Coronarvirus, allarme truffa: non aprite a nessuno! Non sono previsti controlli porta a porta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:29

Truffa Coronavirus: in questi giorni sono state numerose le segnalazioni di persone a cui hanno citofonato dei finti volontari della Croce Rossa.

Come se non bastasse la paura causata dalla possibilità di un contagio e la lotta quotidiana a titoli click bait e fake news che generano episodi di psicosi collettiva, adesso bisogna guardarsi anche dalle truffe. Da qualche giorno, infatti, ci sono alcuni malfattori che cercano di approfittarsi del caos generato dal Coronavirus per intrufolarsi nelle case degli italiani. Il trucco è quello di fingersi dei volontari della Croce Rossa che devono effettuare un controllo con tampone per rilevare la positività al Covid-19.

Leggi anche ->Coronavirus, Lady Sensi all’attacco: “Non capisco il problema se c’è gente che vuole avere la dispensa di casa piena”

Già un paio di giorni fa la truffa è stata segnalata dalla Croce Rossa su tutte le pagine ufficiali. In un post su Facebook, ad esempio, si legge: “⚠️ Attenzione ⚠️ 👉 Diversi comitati CRI ci segnalano una truffa telefonica su finti volontari della #CroceRossa che propongono test domiciliari sul #Coronavirus. Vi informiamo che non è stato disposto alcun tipo di screening porta a porta e invitiamo tutti a fare attenzione e segnalare eventuali casi sospetti alle autorità competenti”.

Leggi anche ->Coronavirus, dodicesima vittima in Emilia Romagna: si tratta di un 68enne. I numeri aggiornati dell’epidemia

Coronavirus: non sono previsti controlli porta a porta

Nonostante il tentativo di truffa sia stato svelato a livello nazionale, pare che ci siano ancora malintenzionati che provano a raggirare le persone in casa. In uno dei tanti post apparsi su Facebook nelle scorse ore si legge: “Non aprite a nessuno. Oggi, intorno alle 14:30, mi hanno citofonato per un controllo febbre e tampone. Uno di loro era davanti alla mia porta, gli altri due sotto nel cortile”. La signora ci tiene anche a ringraziare i Carabinieri per la disponibilità dimostrata: “Un grazie ai carabinieri di Orbassano che sono rapidissimi”.

Come specificato dalla Croce Rossa, allo stato attuale non è stato disposto alcun controllo porta a porta. Nessun operatore sanitario o volontario si recherà nella vostra abitazione a meno che non siate stati voi a chiamarlo perché sospettate di aver contratto il virus. In caso vi capiti qualcosa del genere, il consiglio è quello di chiamare le forze dell’ordine o il numero per le emergenze della Croce Rossa.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!