Coronavirus, la sovraesposizione di Conte ha infastidito il Colle?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:02

Coronavirus, Giuseppe Conte a Live-Non è la d'UrsoSecondo le ultime voci di corridoio, la sovraesposizione mediatica di Giuseppe Conte sull’emergenza coronavirus ha infastidito Mattarella.

Poco prima dell’esplosione dei contagi di coronavirus in Italia, il governo giallo-rosso stava vivendo un periodo di forte tensione. Italia Viva di Renzi pressava gli alleati della maggioranza sulla questione prescrizione e anche su quella dei decreti sicurezza e si era giunti ad una fase di stallo. Come è normale che sia, la necessità di dover elaborare dei decreti legge specifici per la situazione che si è venuta a creare, ha distolto l’attenzione del governo dalle questioni pendenti e quella dei media dal futuro dell’esecutivo.

Leggi anche ->Coronavirus, Lady Sensi all’attacco: “Non capisco il problema se c’è gente che vuole avere la dispensa di casa piena”

Nulla di anormale, ma la gestione della comunicazione da parte del Premier pare non sia andata a genio al Presidente della Repubblica. Conte, infatti, si è presentato spesso davanti alle telecamere, accentrando tutta l’attenzione dei media e degli italiani sulle decisioni prese in sede di consiglio e sull’evoluzione dei contagi. Questo, oltre a spostare l’attenzione dalla crisi di governo, ha avuto l’effetto di far percepire in maniera errata ai cittadini la portata dell’epidemia. Mattarella non avrebbe apprezzato nemmeno gli attacchi di Salvini, mentre avrebbe elogiato la Meloni e Berlusconi per non aver cercato di cavalcare l’onda mediatica a fini politici.

Leggi anche ->Coronavirus, Giuseppe Conte a Live-Non è la d’Urso: “Nessun rischio di carestia o carenza di farmaci” – VIDEO

Coronavirus, la gestione mediatica di Conte non è piaciuta al Colle?

Secondo quanto riportato da ‘Dagospia‘, la decisione di apparire costantemente in video, per di più in un giorno come domenica in cui gran parte degli italiani si trovava a casa davanti alla televisione, potrebbe essere un piano ordito da Rocco Casalino. In una parte dell’articolo dedicato infatti si legge: “Tutto ovviamente parte sempre da Rocco il Rasputin, quel Casalino che ha cavalcato il coronavirus per distrarre dalle beghe governative”.

L’ipotesi riportata dal sito è legata ad alcune voci di corridoio provenienti dal Palazzo, ma non hanno alcuna conferma, dunque allo stato attuale si tratta di mere illazioni. Secondo queste voci, dunque, sarebbe stato proprio il portavoce di Conte a decidere di utilizzare l’emergenza coronavirus come arma di distrazione di massa dalle recenti problematiche del Governo.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!