Due missili nordcoreani verso il Giappone come risposta agli USA. Tornano a soffiare i venti di guerra?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:13

missili corea del nord giappone usa La Corea del Nord ha lanciato due missili balistici verso il Giappone come test nucleare. 

I missili a corto raggio sono stati lanciati da Wonsan nelle prime ore del mattino. Si tratta dell’ennesima esercitazione militare del regime di Kim Jong-un, destinata ad incrinare i rapporti con i nipponici e con gli Stati Uniti.

I capi di stato maggiore della Corea del Sud hanno dichiarato che i missili hanno viaggiato per 150 miglia prima di precipitare nel Mar del Giappone.

L’esercitazione è stata decisa dopo che le forze armate statunitensi hanno messo in atto una risposta “mini-nucleare” contro la Russia, anche se il bersaglio e le armi utilizzate rimangono un segreto.

Il funzionario USA: “Simulata risposta con arma nucleare”

Un alto funzionario del Pentagono, che ha chiesto di non essere nominato, ha riferito che la Russia aveva precedentemente utilizzato una testata nucleare a basso rendimento: “Nel corso dell’esercitazione abbiamo simulato la risposta con un’arma nucleare”, le parole del funzionario.

Un portavoce del Ministero della Difesa non ha voluto confermare o negare qualsiasi coinvolgimento del Regno Unito nell’esercitazione, come riportato dal Daily Star Online.

La “risposta limitata” potrebbe aver visto il coinvolgimento della nuova testata missilistica lanciata da sottomarini nucleari a basso rendimento del Pentagono, che prende il nome di W76-2.

L’amministrazione Trump ha affermato che il nuovo mini-nucleare potrebbe essere usato come risposta a “significativi attacchi strategici non nucleari”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!