Padre punisce atrocemente il figlio per aver mangiato senza permesso: picchiato e torturato a morte

Un padre disumano ha picchiato e torturato il figlio di 12 anni per aver mangiato senza permesso: le atrocità subite sono costate la vita al bimbo.

La ricostruzione processuale della morte di Maurice, bimbo di 12 anni di Bentonville (Arkansas), deceduto nel 2015 fa rabbrividire. Il piccolo si trovava in vacanza con la famiglia in un campeggio ed un giorno ha preso senza permesso un pezzo di torta. Un azione che ha portato il padre, Mauricio Alejandro Torres, e la madre, Cathy Torres, a punirlo in modo disumano.

Leggi anche ->Malato terminale, uccide il figlio di 13 anni e prova a pugnalare la moglie: pensava non potessero farcela senza di lui

Secondo quanto emerso dalla ricostruzione degli investigatori, Mauricio lo avrebbe chiuso in una gabbia, dandogli da mangiare solamente un po’ di riso e fagioli. L’atroce punizione non si concludeva con la reclusione, ma veniva alternata a sessioni di pestaggio, alle quali partecipava anche la madre. La violenza delle percosse ha portato al decesso del bambino ed ora i suoi genitori stanno affrontando un processo per omicidio volontario.

Leggi anche ->Litiga al telefono con l’ex compagno, per la rabbia uccide involontariamente il figlio

Padre uccide il figlio a bastonate: la testimonianza della sorella

L’uomo inizialmente è stato denunciato per omicidio volontario ed il procuratore ha richiesto la pena capitale. La madre, complice nelle barbarie e nell’omicidio, rischia invece una pena all’ergastolo. Durante l’ultima udienza del processo, l’accusa ha chiamato al banco dei testimoni la figlia della coppia. La ragazza ha raccontato di come il padre abbia strappato i denti al fratello con una pinza e di come la obbligasse a partecipare alle violenze: “L’ho fatto perché ero spaventata, se non lo avessi fatto sarei stata bastonata pure io”. Durante il processo l’uomo si è definito non colpevole ed ha accusato la moglie per la morte del figlio.