Pornovirus, sul web esplode la moda dei video adulti a tema Covid-19

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:35

Al Coronavirus mancava solo un ruolo nell’industria d’intrattenimento per adulti. Mancanza che è stata riempita con centinaia di video hard a tema Covid-19.

Chiunque in questo momento parla del Coronavirus. L’epidemia viene trattata h24 su tutte le reti televisive, su internet decine di migliaia di siti d’informazione riportano gli aggiornamenti ora dopo ora e anche se si volesse fare la scelta ascetica di abbandonare tv e dispositivi con possibilità di fruire internet, al primo bar ci si troverebbe accanto qualcuno che ne parla. Insomma ci si trova dinnanzi ad un sovraffollamento di contenuti audio-video sull’argomento e l’unico settore dell’industria che sembrava non potesse essere intaccato era quello dell’intrattenimento per adulti.

Leggi anche ->Il Coronavirus ferma La Corrida: il programma di Carlo Conti non va in onda il 6 marzo – VIDEO

Almeno così ingenuamente si pensava, dato che si tratta di una problematica che riguarda la salute pubblica. Il pensiero collettivo era che su un tema così delicato non ci fosse spazio per simili contenuti, ma non è così. Da anni, infatti, il porno sul web segue le mode e gli eventi del momento. Lo dimostra il fatto che qualche mese fa la rete è stata invasa da centinaia di produzioni porno, anime o cosplay, a tema Frozen.

Leggi anche ->Coronavirus, porno gratis per le aree maggiormente colpite. XHamster: “Rimanete in casa”

Video porno a tema Covid -19

Ecco dunque che nei giorni di maggiore diffusione del Covid -19 fuori dalla Cina spuntano nei vari siti porno centinaia di video a tema coronavirus. Si tratta di normalissimi porno in cui i protagonisti indossano una mascherina. Si va dall’infermiera che diagnostica la malattia, alla coppia di malati che non frena la propria passione nemmeno dopo il contagio. Ci si chiede per quale motivo siano stati fatti simili video. Probabilmente poiché la parola “Coronavirus” è talmente ricercata da permettere ulteriore visibilità a questi siti. E’ anche possibile, però, che ci sia una fetta di consumatori che in questo periodo è perversamente attratta da simili contenuti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!