Coronavirus, la bozza del decreto: chiusa la Lombardia e undici province

 

 chiusura lombardiaPotrebbe essere il provvedimento più drastico della storia repubblicana dell’Italia quello legato al coronavirus: divieti di uscita e di entrata in Lombardia

Se la bozza del documento del governo contenente le ulteriori misure per il contenimento dell’epidemia di Coronavirus venisse approvata si tratterebbe con tutta probabilità del provvedimento più drastico mai messo in atto nella storia repubblicana. La bozza circola da alcune decine di minuti e contiene i dettagli del decreto, che non parla più di Lombardia come di zona rossa disponendone invece la completa chiusura. Vale a dire che, se il provvedimento intitolato “misure urgenti di contenimento del contagio” venisse ufficializzato, fino al prossimo 3 aprile non sarà più possibile entrare nè uscire dalla regione e vi saranno anche ulteriori forti limitazioni sia in Lombardia che in undici province di Veneto, Piemonte ed Emilia-Romagna.

Tutte le province ‘chiuse’ per il contenimento del coronavirus

Ovvero Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Venezia, Padova, Treviso, Asti, Alessandria, ma anche di Pesaro e Urbino nelle Marche. Verrà imposto il più assoluto divieto di entrare in questi territori ma anche di spostarsi al di fuori delle città e della regione, ad eccezione di chi dovrà farlo per situazioni di grande emergenza o per indifferibili esigenze lavorative.