Coronavirus, il bilancio più drammatico: 7.375 casi, 366 morti. Italia seconda dopo la Cina

bilancio contagiL’Italia è al secondo posto per numero di contagi da coronavirus dopo la Cina, la conferma del commissario Borrelli della Protezione Civile

Sono i numeri più alti dall’inizio dell’epidemia di coronavirus in Italia quelli annunciati nel giorno della Festa della Donna dal capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli. Si contano infatti 6.387 casi, con un incremento di 1.326 persone rispetto al 7 marzo, pari al 26,2% in più nell’arco di sole 24 ore. Ai nuovi contagi si sommano le 133 vittime che portano il bilancio complessivo a 366 morti, con un incremento del 57% in un solo giorno. Borrelli ha poi sottolineato che oggi “ci sono 33 guariti in più, che diventano 622 (+5,6%). Registriamo 133 decessi, in totale 366”. Complessivamente, il numero dei casi di coronavirus è di 7.375 e comprende, oltre ai decessi, anche i guariti. L’Italia sale così tristemente al secondo posto nel mondo per numero di vittime e contagi, dietro alla Cina.

I numeri della Lombardia

Per quanto riguarda la Lombardia, la regione più colpita, sono 267 i deceduti, pari al 72,9% del totale. Vi sono poi 399 ricoverati in terapia intensiva, su un totale di 650 pazienti, con 40 casi in più in un solo giorno nella regione più pesantemente colpita dal covid-19. Per cercare di alleggerire le terapie intensive, come confermato dal commissario, “tredici pazienti sono già stati trasferiti o sono in corso di trasferimento dalla Lombardia alle regioni limitrofe”.