La moglie non respira più, lui chiama i Carabinieri: fermato per omicidio volontario. La vittima aveva 52 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30

Un uomo di origini rumene ha chiamato i Carabinieri, nella notte,  asserendo che la moglie aveva smesso di respirare. La donna è morta e i  militari sospettano  che sia stato lui a ucciderla

Una donna rumena di 52 anni è morta a Imola (Bologna), nella notte. Nell’appartamento in cui la donna viveva insieme al marito, anche lui rumeno, sono arrivati i Carabinieri della Compagnia di Imola, che stanno agendo in coordinamento con i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bologna.

Ad allertare i soccorsi sarebbe stato lo stesso marito della donna, un falegname di nome Ioan Pascalau: intorno alle ore 04:00 del mattino l’uomo ha chiamato il 118 chiedendo aiuto perché la moglie non respirava più. Adesso i militari sospettano che sia stato lui a ucciderla e lo hanno tradotto nel carcere della Dozza.

Donna morta nella notte a Imola, sul suo corpo ecchimosi che fanno pensare a un omicidio

Ha chiamato i soccorsi perché la moglie aveva smesso di respirare. All’arrivo del medico, però, la donna era già morta. È successo nel corso della notte appena trascorsa a Imola (Bologna), nell’appartamento in cui la donna viveva insieme al marito.

Il medico, quando è arrivato sul posto, è stato subito messo in allarme dalle ecchimosi che ha notato sul corpo della vittima. Ragion per cui ha allertato i Carabinieri, arrivati sul posto insieme al Pubblico Ministero Massimiliano Rossi.

Donna morta nella notte a Imola, l’uomo trasferito nel carcere della Dozza

Come riporta La Stampa, i militari intervenuti sul posto- su chiamata del medico- hanno subito sospettato che la morte della donna possa non essere stata naturale. Il marito è così diventato l’unico sospettato di omicidio. Interrogato dal Pubblico Ministero, alla presenza del suo avvocato, Ioan Pascalau si trova adesso nella casa circondariale della Dozza di Bologna: è stato portato in carcere dopo l’emissione di un fermo per indiziato di delitto emanato a suo carico dal giudice.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!