“Pufferemo il virus”: indignazione per la manifestazione anti-Coronavirus che in Francia ha riunito 3500 persone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:52

In 3500 sono scesi in piazza, vestiti da Puffi e Puffette, per manifestare contro il Coronavirus. È successo in Francia, in etto contrasto con le regole che sono state date per arginare il contagio    

Hanno eluso tutte le misure precauzionali di cui finora abbiamo parlato in senso anti Coronavirus– no agli assembramenti e riduzione dei contatti umani- e sono scesi in piazza. Qualcuno ha pronunciato la frase che è diventata un po’ il simbolo di questo evento: “Pufferemo il virus”.

Da ieri fa discutere la manifestazione che ha portato circa 3500 persone a scendere in piazza a Laderneau (Francia).

Tutti vicini, ammassati, e rigorosamente vestiti da Puffi (il costume è da Puffetta per le signore) per esorcizzare tutti insieme la paura del virus. Peccato che questo comportamento, assolutamente irresponsabile alla luce di quanto stiamo vivendo, abbia fatto arrabbiare la rete e tutte le persone che le regole stanno cercando di rispettarle.

Vestiti da Puffi contro il Coronavirus, 3500 persone a Laderneau scendono in piazza tra risate e frasi esorcizzanti

A Laderneau (Francia) sono arrivati i Puffi. No, non è Carnevale (anche se è passato da poco): si tratta di un raduno che nella mente degli ideatori doveva probabilmente avere lo scopo di manifestare contro la paura da Coronavirus. Come riporta la Repubblica, la Francia è il secondo Paese europeo più colpito dal nuovo Covid-19 e il fatto che Laderneau ricada nella cosiddetta zona rossa non ha spaventato i manifestanti. Anzi.

Le fotografie che sono state diffuse sul web, e anche il video che France Press ha pubblicato su Twitter, mostrano persone sorridenti, tutte truccate di blu e abbigliate come i mitici personaggi  animati ideati dal disegnatore belga Pejo e sogno proibito di Gargamella. Nessuno degli intervenuti alla manifestazione sembra avere paura di un potenziale contagio, anche se è chiaro che gli assembramenti aumentano  il rischio che ci si possa ammalare.

Vestiti da Puffi contro il Coronavirus, la rabbia del web: “Sono degli irresponsabili”

Ovviamente, le immagini che sono arrivate dalla Francia hanno fomentato la rabbia degli internauti, e specialmente di coloro che fin dall’inizio hanno “sacrificato” un pezzo della loro quotidianità per  rispettare le istruzioni impartite dal Governo centrale.  In tantissimi hanno condannato quanto accaduto a Laderneau, definendo “pazzi” e “irresponsabili” i francesi.

Una manifestazione di cui, in un altro frangente, si sarebbe potuto sorridere. Alla luce di quanto sta accadendo la riflessione che un po’ dappertutto si sta facendo riguarda il fatto che le persone non sono in grado di rispettare delle semplici direttive emanate per la loro incolumità e per quella degli altri cittadini.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!