Coronavirus, fermato in autostrada e denunciato: “Sto andando a comprare la Playstation”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:47

fermato in autostrada“Sto andando a comprare la Playstation per i miei figli”. Questa la motivazione di un uomo che ha violato l’isolamento in casa in piena emergenza coronavirus

Non ha rispettato la richiesta, stabilita dal decreto emanato dal Governo contro l’emergenza Coronavirus, di rimanere in casa uscendo per futili motivi. E quando la polizia stradale lo ha fermato all’ingresso di un casello autostradale chiedendogli le ragioni dell’uscita da casa si è giustificado dicendo che stava andando ad acquistare la Playstation per i figli. Per tale ragione un uomo di Sacile è stato denunciato e richia una condanna penale che va da una sanzione fino a tre mesi di carcere.

“La Playstation serve ai miei figli”

È solo uno dei molteplici casi di persone che anzichè fare riferimento alle richieste provenienti da istituzioni ed autorità sanitarie per cercare di arginare il diffondersi dell’ormai pandemia di covid-19 è uscito di casa mettendo a rischio la sua salute e quella di eventuali contatti. Così nell’ambito dei controlli disposti a Pordenone con l’obiettivo di contrastare la diffusione del coronavirus, le autorità lo hanno fermato e, dopo aver chiesto spiegazioni, lo hanno denunciato per mancato rispetto delle norme contenute nel Dcpm. Del resto alla polizia l’uomo ha detto: “Sto andando a comprare la Playstation per i miei figli: serve loro per trascorrere le prossime tre settimane chiusi in casa”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!