Coronavirus, Ryanair cancella i voli per l’Italia: diversi cittadini italiani bloccati in Marocco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:06

Ieri Ryanair ha cancellato tutti i voli diretti in Italia e così diversi italiani sono rimasti bloccati in Marocco. Uno di loro ha lanciato il suo appello sui social networks

Diversi cittadini italiani sono rimasti bloccati in Marocco perché ieri Ryanair ha cancellato tutti i voli diretti in Italia. Questa è la storia che Francesco Catalfo, un uomo siciliano, ha raccontato sui social, appellandosi alle istituzioni italiane (con cui non riusciva a mettersi in contatto). Gli aggiornamenti che lo stesso signore ha comunicato tramite Facebook questa mattina, e di cui ora parleremo, fanno ben sperare: pare che oggi pomeriggio gli italiani che si trovano a Marrakech possano lasciare il Paese e volare verso la Francia.

Italiani bloccati in Marocco, la richiesta di aiuto di un siciliano

Vi raccontiamo la storia di Francesco Catalfo, un uomo originario di Catania che era partito insieme a una comitiva- composta da persone siciliane e campane- alla volta del Marocco. Gli ultimi sviluppi legati al Coronavirus hanno spinto la compagnia di volo Ryanair a cancellare i voli per l’Italia, compreso quello che avrebbero dovuto prendere queste persone per rientrare in patria.

Circa 15 ore fa, Francesco Catalfo aveva chiesto aiuto su Facebook spiegando la gravità della situazione e parlando dell’impossibilità, riscontrata, di raggiungere le Ambasciate italiane in Marocco:

Ragazzi adesso è ufficiale: abbiamo bisogno di aiuto.
Ryanair ci ha cancellato il volo da Marrakech a Catania unilateralmente e senza darci soluzione alternativa. La Farnesina, le Ambasciate Italiane in Marocco non ci rispondono. Siamo tranquilli e in salute ma abbiamo 3 bambini sotto i 10 anni e vogliamo avere risposta dalle istituzioni che ci hanno abbandonato al nostro destino.(…)”

Italiani bloccati in Marocco, oggi pomeriggio partiranno circa una trentina di persone

Nell’aggiornamento che Francesco Catalfo ha pubblicato tre ore fa l’uomo racconta degli sviluppi (positivi) che ci sono stati e chiarisce (diversamente da quanto riportato finora dai giornali) che i tre bambini che si rovano insieme la lui non sono i suoi figli.

Aggiornamento:
Alle 16:10 ci imbarchiamo per Parigi come suggeritoci dal Ministro Catalfo (con cui non c’è alcun rapporto di parentela, giuro!) la cui telefonata ci ha sollevati molto.
Per la cronaca, i figli non sono i miei ma siamo una simpatica e variegata crew siculo-campana. Ci tengo a dire però che non siamo piu’ solo noi 10, adesso sono almeno una trentina gli italiani che voleranno con noi.
Quello che accadrà dopo non si sa, ma adesso sappiamo che l’Italia sa che siamo
 qui anche grazie a voi che avete fatto rimbalzare il mio post per tutto lo stivale.
Grazie di cuore”
.

Noi di NewNotizie, al fine di dare l’aiuto che possiamo offrire come testata giornalistica, abbiamo contattato il signor Francesco Catalfo per farci raccontare meglio la situazione in cui lui e la sua famiglia si sono venuti a trovare. Nell’attesta di ricevere una sua riposta, invitiamo eventuali altri italiani che si trovino all’estero e che stiano riscontrando la stessa problematica a contattarci per parlare de loro casi, e permettere a noi di dare loro voce.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!