Coronavirus, il contagio può causare impotenza e infertilità negli uomini?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:50

Secondo alcuni medici cinesi che hanno studiato gli effetti del Coronavirus, il contagio potrebbe causare impotenza e infertilità negli uomini.

A gennaio il Coronavirus era visto come una grave epidemia che aveva colpito la Cina e minacciava di arrivare anche nel resto del mondo. In meno di due mesi il contagio si è diffuso in maniera impressionante e lo sappiamo bene in Italia che al momento è la seconda nazione al mondo per numero di contagiati e decessi. Abbiamo imparato che si tratta di una malattia virale che attacca i polmoni, causando insufficienza respiratorie e una polmonite acuta. Gli effetti, dunque, sono molto simili a quelli della Sars.

Leggi anche ->Burioni e la “pessima” notizia sul coronavirus: l’infezione si trasmette anche da persone senza sintomi

Secondo quanto spiegato dagli esperti nelle scorse settimane, il coronavirus causa danni a livello cellulare legando una proteina Spike ad una proteina contenuta nella membrana della cellula conosciuta come Ace2 (Enzima convertitore dell’angiotesina 2). Proprio questa sua caratteristica ha portato a pensare che il Sars-Cov-2 possa essere pericoloso anche per la fertilità degli uomini che vengono contagiati.

Leggi anche->“Il Covid-19 è una pandemia”: l’annuncio dell’Organizzazione mondiale della sanità

Il Coronavirus può essere dannoso per la fertilità maschile?

L’ipotesi giunge dal Muhan Tonji Hospital di Wuhan, uno di quelli che individuati dal governo cinese per affrontare l’epidemia nella provincia di Hubei. A sostenerla sono il professor Li Yufeng ed il suo team del centro medico di riproduzione dell’ospedale cinese. Pare infatti che la proteina Ace2 sia presente nelle cellule di altri organi umani e che sia addirittura in dosi massicce proprio nell’apparato riproduttivo maschile.

Ai tempi dell’epidemia di Sars – il virus causava lo stesso tipo di danno a livello cellulare – i medici hanno notato che alcuni pazienti maschi avevano presentato dei danni al sistema immunitario dei testicoli. Gli esperti hanno dichiarato che non ci sono prove sufficienti a sostenere che ci sia un effettivo danno riproduttivo, sebbene il contagio potesse causare un’infiammazione in quella zona.

In ogni caso Li Yufeng consiglia a tutti coloro che sono stati contagiati di effettuare qualche controllo: “Pertanto consiglio a tutti gli uomini, specie quelli che hanno l’esigenza di riprodursi, di fare dei controlli della fertilità sia sulla qualità dello sperma che sul livello di ormoni”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!