Eseguito il test del coronavirus sulla neonata che è stata abbandonata nella toilette pubblica in Cina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:19

La bambina è stata ritrovata in lacrime e senza vestiti a terra nel bagno. La madre è in libertà provvisoria dietro cauzione a causa dell’emergenza del coronavirus

Una scena straziante che toglie il fiato quella che appare nel filmato che mostra una neonata a terra, sdraiata sul pavimento di un bagno pubblico senza nulla addosso. E’ accaduto lo scorso 8 marzo nella città di Mianyang, nella provincia sud-occidentale della Cina del Sichuan.

Il ritrovamento del neonato nel bagno pubblico

A trovare la piccola è stato un residente della zona che, allertato dal pianto, si è recato all’interno della toilette. Una volta giunto dentro non poteva credere ai suoi occhi: a terra una neonata in preda al pianto, senza vestiti. Il residente, scioccato dalla scena, ha prontamente allertato le autorità locali. L’agente Meng, accorso subito sul posto assieme all’ufficio di pubblica sicurezza di Fucheng, ha riferito che :”Il cittadino che ci ha chiamato ha raccontato di aver sentito dei suoni di un bambino che piange provenire dall’interno della toilette. E’ entrato per capire cosa stesse accadendo e lì ha trovato una bambina abbandonata”. All’arrivo delle autorità locali l’infante era stata avvolta all’interno di un panno bianco e blu dai presenti, ma al momento del ritrovamento la povera piccola era stata trovata senza vestiti, cibo o alcun biglietto, come ha riportato l’agente.

Il timore che avesse potuto contrarre il covid-19

I medici nel vicino ospedale di centrale di Mianyang sono stati allertati prima che la neonata, che non mostrava difetti congeniti di alcun tipo, venisse portata per ricevere tutti i controlli del caso. Il dottor Wang Xiaoshuang, capo del reparto neonatale, ha riferito che la bambina è stata messa all’interno di un incubatore di isolamento per paura che abbia potuto contrarre il covid-19 all’interno del bagno. Per fortuna dai risultati dei test iniziali non emerge alcun segno della presenza della malattia. La piccola, però, continua ad essere costantemente monitorata dai medici.

Identificata la madre che l’ha abbandonata

La polizia locale ha impiegato neanche 48 ore per identificare la madre del bambino. Si chiama Xie, ha 24 anni. Si è potuti risalire a lei attraverso un test del DNA effettuato sulla bimba. Una volta arrestata, Xie ha riportato alle autorità locali di aver concepito il bambino fuori dal matrimonio e di aver partorito nella sua stanza in affitto durante le prime ore del 7 marzo. La donna ha giustificato l’abbandono dicendo che non voleva essere scoperta dalla famiglia. Il processo è stato rimandato a causa del coronavirus.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!