Coronavirus, la Francia chiude tutto: bar, cinema, chiese e ristoranti non apriranno domani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:35

coronavirus, chiusure in franciaLa Francia come l’Italia contro la pandemia di coronavirus: chiusura dalla mezzanotte di tutti i luoghi pubblici “non essenziali”

Anche la Francia ha deciso di seguire l’esempio dell’Italia per far fronte all’epidemia di coronavirus. Con un provvedimento ancor più drastico: chiudere, a partire dalla mezzanotte del 15 marzo, tutti i luoghi pubblici considerati non indispensabili ovvero bar, ristoranti, luoghi di culto e molto altro. L’annuncio è stato dato dal primo ministro francese Edouard Philippe: di fatto la Francia è pronta ad adottare i medesimi provvedimenti dell’Italia. Tra gli altri locali pronti ad abbassare le serrande anche pub, discoteche, cinema, caffè e diverse altre attività non essenziali, cercando così di contenere la rapida diffusione del virus.

I locali che invece rimarranno aperti

Rimarranno invece aperti i negozi di alimentari, i supermercati, le farmacie e parafarmacie, le banche. Si chiederà alle persone di spostarsi esclusivamente in caso di situazioni di necessità restando altrimenti in casa ed evitando di uscire. Il primo ministro, rivolgendosi ai cittadini, ha chiesto loro di essere “rigorosi nell’applicazione di queste misure” per cercare così di debellare il coronavirus il prima possibile. Infine ha confermato che il primo turno delle elezioni comunali non verrà spostato.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!