Coronavirus, nuova fuga da Milano. Treni per il Sud presi d’assalto

coronavirus milano treni Un’altra fuga da Milano, sempre dalla Stazione Centrale. 

Quanto accaduto una settimana fa, con le tantissime persone che si sono riversate in stazione per prendere i treni notturni in partenza da Milano e diretti verso le regioni del Sud, ha visto una replica la notte scorsa.

I treni in partenza dal capoluogo milanese e diretti in Sicilia e in Salento sono stati presi d’assalto dai viaggiatori, tra cui molti studenti fuorisede che hanno deciso di lasciare la Lombardia.

Una scena che in realtà si è ripetuta anche nei giorni scorsi, probabilmente temendo una soppressione dei treni notturni.

“La gente viaggia tutta la notte con persone sconosciute”

E’ il personale viaggiante a raccontare al quotidiano “La Repubblica” che le condizioni di viaggio su questi treni sono davvero carenti, e che non è possibile garantire alcun tipo di sicurezza.

“Non ci sono garanzie di sicurezza sanitaria – spiegano gli addetti – la gente è disposta a viaggiare tutta la notte con persone sconosciute, nella promiscuità obbligata degli spazi di un vagone letto, cioè tre posti, e delle cuccetta a quattro posti”.

Inoltre, viene fatta presente la totale assenza di igiene. “Noi del personale viaggiante abbiamo un solo paio di guanti e una mascherina per il viaggio di andata e per il ritorno”.