Instagram usato per vendere droghe di ogni tipo: è la nuova frontiera (british) dello spaccio

Dalla Gran Bretagna la nuova frontiera dello spaccio: la droga viene venduta / comprata tramite Instagram.

Lo racconta quest’oggi un’indagine del Daily Star, ma nostre fonti in loco ci hanno confermato che si tratta di una pratica assodata.

Instagram viene di fatto usato come una sorta di vetrina per poter scegliere il tipo di droga preferita.

Dall’erba all’eroina, passando per anfetamine varie, cocaina et similia, ma non solo: tramite il social network fotografico sarebbe possibile anche ordinare prodotti che non possono essere considerate droghe nel senso stretto del termine, come steroidi e fentanyl (potente analgesico di cui si è parlato parecchio lo scorso agosto per aver ucciso a New York un nostro connazionale, lo chef Zamperoni).

Ma veniamo all’inchiesta:

il reporter del tabloid britannico racconta di aver trovato centinaia di utenti pronti ad offrire sostanze illegali di vario tipo.

Per farlo, sono bastate alcune semplici ricerche con determinate parole chiave anche abbastanza esplicite (come “cocaine for sale”).

Tutto ciò in barba alle politiche antidroga del sito (fa sorridere pensare che poi magari si viene bannati per un capezzolo di troppo ma poi si può aggirare la censura cambiando lo spelling di una sostanza – heroine al posto di heroin).

Il reporter ha inoltre raccontato come in pochissimo tempo si sia trovato a trattare (attraverso lo schermo del proprio smartphone – passando su un programma di messaggeria come WhatsApp o Telegram) con spacciatori senza scrupoli, pronti a vendere sostanze ad adolescenti o capaci di dare consigli su come mettere fuori combattimento una ragazza con le cosiddette droghe da stupro.

Per il pagamento? Nessun problema, si è su internet e si può pagare attraverso PayPal, come nel più classico degli e-shop.

E per quanto riguarda la spedizione? Anche in questo caso, tutto molto semplice: è prevista la consegna a domicilio della sostanza.