Coronavirus, trapela un documento britannico: “Epidemia durerà fino al 2021”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:00

Coronavirus, epidemia fino al 2021

Un dossier segreto redatto dal Public Health England per i responsabili del servizio sanitario nazionale britannico (Nhs) svelato dal Guardian lancia il triste pronostico.

L’epidemia di Covid-19 sarebbe destinata a durare fino alla primavera del 2021.

A svelarlo è niente di meno che il The Guardian, che riferisce di un documento segreto redatto dal Public Health England per i responsabili del servizio sanitario nazionale britannico (Nhs).

Un arco di tempo in cui il Regno Unito, per cui gli esperti hanno redatto il rapporto, affermano di aspettarsi un 80% della popolazione contagiata e un totale di 7,9 milioni persone costrette man mano al ricovero negli ospedali.

La lunga battaglia contro il coronavirus

Il professore Chris Whitty, chief medical officer britannico e consigliere di riferimento del governo del premier Boris Johnson, aveva già parlato di una lunga battaglia, ma senza fare pronostici.

In riferimento al numero dei contagi si è invece espresso come allo “scenario peggiore” in cui un 80% di cittadini potrebbero venire infettati sull’isola. Contagi che confida diminuiscano grazie a misure graduali per contenere, frenare e mitigare la pandemia.

Questo nuovo documento invece afferma l’ipotesi come probabile e invita i medici dell’Nhs a prepararsi concretamente alla prospettiva che “il 15% dei contagiati (ossia 7,9 milioni di persone) possa aver bisogno del ricovero in ospedale”. nel corso dei prossimi 12 mesi.

Nuove misure di contenimento per la Gran Bretagna

Un documento allarmante, giunto nelle ore in cui il ministro della sanità britannico Matt Hancock ha confermato l’intenzione di attivare una quarantena per gli ultrasettantenni.

Fin ora al governo erano giunte molte critiche riguardo l’atteggiamento attendista e l’ipotesi di beneficiare di una presunta immunità di gregge, derivante dal contagio.

Entro poco più di un mese dovrebbe partire un pacchetto legislativo d’emergenza da varare la settimana entrante che contempli anche la quarantena sopra citata.

L’ipotesi riguarda anche lo stop a tutti gli eventi pubblici con più di 500 persone anche oltre Manica, chiusure di pub e ristoranti, il rientro in servizio di medici e infermieri in pensione, la requisizione governativa di hotel vuoti per scopi ospedalieri.

Oltre ad un piano impegnativo di  riconversione industriale – incluso d’impianti automobilistici, come discusso oggi dal primo ministro con alcuni dirigenti d’azienda – allo scopo di aumentare la produzione di ventilatori e attrezzature mediche.

Un altro esperto, in tempi meno sospetti, aveva lasciato l’ipotesi che il virus potesse affliggerci a lungo, forse, anche per sempre. E’ possibile leggere l’articolo qui: Coronavirus, secondo un esperto potrebbe diffondersi in via permanente: dovremo conviverci?

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!