Sedicente veggente afferma di aver previsto il Coronavirus: “E’ l’inizio della fine del mondo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:23

Un sedicente sensitivo e veggente sostiene di aver previsto il Coronavirus ed ora afferma che si tratta solo dell’inizio della fine.

Prima che la pandemia di Coronavirus colpisse il mondo, internet era piena di sedicenti veggenti che intravedevano i segni della fine del mondo in qualsiasi cosa. Stravaganti teorie su pianeti alieni o su piogge di fuoco riempivano le pagine cospirazioniste e molte di quelle religiose. Era prevedibile che con la diffusione di questa letale pandemia ci sarebbero state persone che, probabilmente in cerca di visibilità, avrebbero sostenuto di aver previsto tutto. Il passo successivo, dunque, è logicamente quello di collegare l’attuale situazione ad una “visione profetica” più ampia: ovvero la fine del mondo.

Leggi anche ->Coronavirus, la mistica Baba Vanga lo aveva predetto? Le sue parole: “Sarà ovunque su di noi”

L’ultimo di una lunga serie di sedicenti profeti di sventura è il londinese Nicolas Aujula. Il giovane sostiene di aver avuto una visione di questa pandemia per la prima volta nel 2018. Qualche mese più tardi avrebbe anche fatto un sogno attinente alla visione e solo a fine 2019, quando il Coronavirus ha cominciato a far preoccupare le autorità cinesi, il disegno gli è stato finalmente chiaro. Nell’esporre la sua teoria al ‘Daily Mirror‘, infatti, sostiene: “Quando ti capita di avere queste visioni è come se avessi un pensiero, un immagine che intravedi per un momento e che poi ti lascia”.

Leggi anche ->“Il quadro astrale del prossimo anno come prima della seconda guerra mondiale”: Branko aveva previsto il coronavirus?

Coronavirus, sedicente veggente sostiene che è iniziata la fine del mondo

Quale credibilità potrebbe avere una persona che sostiene di aver previsto il Covid-19 dopo che la pandemia si è diffusa in tutto il mondo? Ovviamente nessuna. Forse per questo motivo il buon Nicolas aggiunge una visione maggiormente più nefasta. Questo infatti dice che questa epidemia potrebbe combinarsi con altri fattori come i cambiamenti climatici per contribuire all’estinzione dell’umanità. A riguardo il presunto veggente dice: “Ho spesso visioni della fine del mondo, ma io penso che ci vorrà molto molto tempo, e non lo vedrà durante la mia vita. Vedo come un lento deterioramento della terra dove la vita diventa insopportabile soprattutto a causa del modo in cui abbiamo sfruttato la terra ed abusato della natura”.

Nella visione ambientalista-fatalista del profeta di disgrazia la fine giungerà quando il sistema produttivo imploderà: “La fine giungerà quando le colture finiranno e comincerà ad esserci scarsità di cibo e malnutrizione diffusa. Condizioni meteo estreme funesteranno le vite e le abitazioni. Questo comporterà che gruppi di persone cercheranno di spostarsi in parti della terra in cui la vita è sopportabile ma non ideale”. Piano piano, secondo le sue “visioni”, la popolazione si assottiglierà, fino all’estinzione.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!