Coronavirus, quanti sono i pazienti morti senza patologie pregresse? La risposta dell’ISS

pazienti senza patologie decedutiQuanti sono i pazienti perfettamente sani deceduti dopo essere stati contagiati dal coronavirus? Il numero è molto più basso di quanto si possa immaginare

Il numero delle persone decedute in Italia a causa della pandemia di coronavirus è cresciuto esponenzialmente negli ultimi giorni avvicinandosi sempre più a tremila. Ma in tanti stanno cercando di capire quante di queste persone siano morte esclusivamente per il Covid-19 ovvero siano state colpite dalla grave polmonite bilaterale interstiziale senza che abbia tolto loro la vita senza che avessero patologie pregresse. Questo perchè nella maggior parte dei casi i deceduti avevano già malattie o complicazioni che il coronavirus è andato ad aggravare. A rispondere a questa domanda ci ha pensato l’Istituto Superiore di Sanità, spiegando che, come riporta l’agenzia Nova, “solo dodici sono le persone decedute senza patologie pregresse”.

Deceduti da covid-19 senza patologie pregresse: i dettagli dello studio

Un dato importante che fornisce una preziosa e nuova lettura sui contagi quello inserito nel report sulle caratteristiche dei decessi dei pazienti affetti da Covid-19. Come specificato dall’agenzia inoltre questo dato “è stato ottenuto su 355 cartelle, rispetto al totale di 2.003 pervenute: il 17,7 per cento del campione complessivo. Il numero medio di patologie osservate in questa popolazione è di 2,7. Complessivamente, 12 pazienti, pari al 3,4 per cento del campione, non presentava alcuna patologia. Sono 84 le vittime (il 23,7 per cento) che presentava una sola patologia; 90 presentavano due patologie (il 25,4 per cento); e ben 169 (il 47,6 per cento) eran affette da tre o più patologie”. Numeri preziosi per i ricercatori perchè consentono di dare, mantenendo in ogni caso la guardia alta data la sua rapida diffusione, una nuova lettura in merito all’aggressività del virus.