Renzi contro un ulteriore stretta sugli italiani: “Finiamola di parlare di quelli che non rispettanno le regole”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:47

Matteo Renzi va contro i proclami di sindaci e governatori che chiedono un’ulteriore stretta come limitazioni a jogging, passeggiate e supermercati.

Da giorni si parla del numero cospicuo di italiani che infrange i divieti imposti per contrastare il Coronavirus. Solo nella prima settimana sono stati in migliaia quelli fermati senza una motivazione valida per uscire di casa e molti di più quelli che lo hanno fatto senza essere multati e denunciati. Per questo motivo molti sindaci stanno optando per la chiusura di parchi e ville ed il governatori di Sicilia e Campania hanno addirittura richiesto l’esercito per le strade.

Leggi anche ->Coronavirus, la richiesta della Lombardia: “Bisogna fermare trasporti e industrie”

Dalla Lombardia arrivano richieste di ulteriori strette sul lavoro e sui trasporti. Oltre a vietare jogging e passeggiate, Fontana richiede di chiudere tutte le aziende e le industrie che non si occupano di produrre cibo e materiali sanitari. Si richiede anche un taglio ai treni e alle corse dei mezzi pubblici. Insomma pare che si vada verso l’approvazione di nuove misure restrittive. Intanto sui media e sui social si invitano gli italiani a rispettare le regole al fine di uscire il prima possibile da questa situazione.

Leggi anche ->Coronavirus, Roma: “Posti di blocco per i veicoli, basta controlli a campione” – VIDEO

Ulteriori misure restrittive, Renzi non è d’accordo: “Gli italiani sono un popolo straordinario”

 

Non tutti sono d’accordo sulla necessità di nuove misure restrittive. Intervistato su tale possibilità durante la diretta di ‘Dritto e Rovescio‘, Matteo Renzi ha dichiarato: “Bisogna uscire dal racconto degli italiani che non rispettano le regole. Sicuramente qualcuno ha fatto il furbo ma io vedo un popolo straordinario. Davvero incredibile!”. Se è vero che la maggior parte degli italiani ha rispettato le nuove regole di comportamento e anche vero che circa il 40% sembra essersi sottratto. Appare dunque ovvio che s’insista sulla necessità del rispetto delle stesse e si ripeta fino alla nausea che farlo è necessario per il benessere di tutti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!