Coronavirus, farmacie assaltate dai ladri. Nella Capitale sei esercizi rapinati in due notti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:17

rapine farmacie roma coronavirusI furti alle abitazioni e alle attività commerciali proseguono anche durante l’emergenza coronavirus. 

Anche le farmacie, luoghi che in questo periodo rappresentano dei presidi fondamentali, sono prese di mira dai malviventi. L’ultima a pagare dazio, in ordine di tempo, è la farmacia Castelforte che si trova nel quartiere Centocelle di Roma.

A raccontare quanto accaduto è proprio la titolare, Maria Grazia Mediati, che al Corriere della Sera spiega di aver subito un furto da un ladro che si è introdotto nella farmacia frantumando la vetrina con un grosso masso. Il criminale ha prelevato tutto il denaro conservato nei registratori di cassa.

Le farmacie sono alcune delle attività rimaste aperte in seguito alle misure restrittive imposte dal governo Conte, ed è anche per questo che sono diventate bersaglio primario dei rapinatori.

“Alla paura per il coronavirus aggiungiamo quella per la sicurezza personale”

Nelle ultime due notti sono ben sei le farmacie assaltate dai ladri: si trovano tutte nella zona di Centocelle.

“Alla paura per il virus noi aggiungiamo quella per la sicurezza personale”, racconta un altro farmacista, Riccardo Pacchiarotti, che ha il locale a circa 400 metri dalla farmacia Castelforte.

Il decreto impone alle persone di non poter nemmeno uscire per fare una passeggiata in solitaria, mentre milioni di persone sono ancora costrette a recarsi a lavoro, spesso con scarsa protezione non solo dal Covid-19, ma anche dai furti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!