Coronavirus, il Ministero della Salute contro le bufale: dodici “miti” da sfatare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:17

Le fake news riguardo al coronavirus dilagano oramai alla velocità della luce. Il Ministero della Salute smonta le bufale che sono in circolo sul web

Nelle ultime settimane stanno circolando sul web moltissime notizie false riguardanti il coronavirus e le relative misure da adottare. Queste informazioni sono pericolosissime in un contesto del genere, in quanto inducono moltissime persone ad assumere comportamenti che non sono in alcun modo né prescritti né raccomandati dalle istituzioni sanitarie. A smontarle una per una ci ha pensato il Ministero della Salute attraverso un’informativa riportata sul suo portale web.

I dodici miti da sfatare sul coronavirus

Il Ministero ha riportato le dodici fake news più frequenti, anche se le bufale circolanti in queste giorni sul web sono tantissime.

  1. I farmaci antivirali prevengono l’infezione da covid-19: assolutamente falso. Il nostro Ministero e l’OMS hanno specificato in ogni modo che non vi sono né studi né evidenze scientifiche che dimostrino la loro possibile azione preventiva.
  2. La tachipirina cura l’infezione da coronavirus: quest’affermazione, oltre che falsa, è fra le più pericolose. La stragrande maggioranza delle persone positive al coronavirus è asintomatica: prendendo paracetamolo in via preventiva si impedisce all’organismo di manifestare quei sintomi che sono dei veri e propri campanelli d’allarme per salvare la nostra vita e quella di coloro i quali vivono sotto lo stesso tetto con noi.
  3. Mangiare aglio può aiutare a prevenire l’infezione: ultimamente sono tantissimi i siti di medicina naturale che fanno riferimento a strabilianti cure fai-da-te in grado di proteggerci dal virus. Sicuramente l’assunzione di frutta, verdura e prodotti come l’aglio con particolari proprietà antimicrobiche fanno bene al nostro organismo, ma non sono in alcun modo sufficienti a prevenire il virus.
  4.  Bere acqua aiuta a lavare via il virus dalla vie aeree spingendolo nello stomaco dove l’acido lo distrugge: più che false notizie questa è vera e propria fantascienza. L’acqua non ha alcuna abilità di poter portare via il virus né tanto meno di prevenire il contagio. Rimanere sempre idratati è importante, ma sicuramente non è la soluzione al covid.
  5. Consumare molte arance e limoni previene il contagio grazie all’azione protettiva della vitamina C: falso. Da sempre quando siamo ammalati o raffreddati i nostri genitori ci raccomandano di farci una sana spremuta di arance per aiutare il nostro sistema immunitario. Questo è assolutamente utile, ma non a prevenire il contagio del virus in alcun modo.
  6. Mangiare proteine aiuta il sistema immunitario: falso. Il consumo eccessivo di proteine oltre la dose giornaliera raccomandata (0,8gr. per kg di peso corporeo, se non si svolgono attività fisiche pesanti) potrebbe anzi causare problemi all’organismo. Fra gli effetti collaterali del consumo eccessivo di proteine vi sono: la scarsa concentrazione, rabbia improvvisa, aumento di peso, stitichezza e alito cattivo, per menzionarne solo alcune.
  7. Gli antibiotici sono in grado di prevenire l’infezione da coronavirus: oltre che falso questa è un’altra delle pericolosissime bufale che stanno circolando sul web. L’assunzione di antibiotici senza prescrizione medica è uno degli errori più gravi da fare. Sono tantissime le persone che stanno sviluppando negli ultimi anni la resistenza agli antibiotici a causa del loro consumo eccessivo. Secondo i ricercatori potrebbero esserci 10 milioni di morti entro il 2050.
  8. Il Sars-CoV-2 può volare nell’aria fino a 5 metri di distanza: falso, non vi è alcuna evidenza scientifica in grado di testimoniarlo.
  9. Bere bevande calde può uccidere il virus: falso anche questo. Il virus può resistere e addirittura riprodursi alla temperatura corporea di 37 gradi centigradi.
  10. Il covid-19 può essere trasmesso attraverso le punture di zanzara: questo metodo di contagio non è in alcun modo contemplabile. Il virus, infatti, si propaga attraverso le goccioline che vengono fuori quando una persona infetta tossisce vicino ad un’altra persona, o attraverso la saliva o secrezioni nasali.
  11. Risciacquare il naso con soluzione salina aiuta a prevenire il contagio: a riguardo non vi è alcuna evidenza scientifica.
  12. Una lampada a raggi UV può uccidere il virus: falso. Inoltre i raggi emessi dalle lampade in questione se rivolti verso le mani possono causare irritazioni a causa delle radiazioni.

Bisogna quindi stare molto attenti quando ci si rivolge sul web per cercare informazioni sul covid-19, e ricordarsi che gli unici siti attendibili per dare informazioni di natura medico-sanitaria sono quelli delle istituzioni sanitarie come il Ministero della salute e l’Organizzazione Mondiale della Sanità. 

Leggi anche -> Coronavirus, l’ex Ministro Giulia Grillo ancora contro la disinformazione: il caso della fake news sull’Arbidol

Leggi anche -> La cocaina può curare il Coronavirus? No. Ecco la fake news che ha messo in allarme la Francia

Leggi anche -> Il Coronavirus è un’arma biologica creata dagli USA? La fake news spopola in Russia e Iran

Leggi anche -> Fake news sul Coronavirus, su WhatsApp l’audio della “finta” Ministra Azzolina: ecco come non farsi ingannare

Leggi anche -> Psicosi coronavirus, a causa di fake news le persone fanno scorte di beni: i tabloid rivelano il più gettonato

Leggi anche -> Coronavirus: i cospirazionisti vanno a nozze con la pandemia e spargono fake news

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!