Una famiglia cinese lascia in dono le mascherine nelle cassette della posta dei condomini italiani

Un bellissimo gesto solidale da parte della famiglia Wang che da qualche mese si è trasferita a Pavia

Un gesto encomiabile, che in questo momento di profonda difficoltà e d’isolamento vale più di mille parole. L’episodio di solidarietà è avvenuto a Vigevano, in provincia di Pavia, in una palazzina dove vivono all’incirca trenta famiglie. Tutti i condomini di questo palazzo hanno trovato nella propria cassetta delle lettere un plico contenente tre mascherine per famiglia. A donarle è stata la famiglia Wang, da poco trasferitasi in Italia per gestire un ristorante.

Su ogni busta delle frasi di conforto per i condomini

Le mascherine, tuttavia, non sono state l’unica sorpresa ricevuta dagli inquilini del palazzo. I Wang hanno avuto l’idea di riportare delle parole di conforto per i condomini, oltre a una splendida frase tratta dall’opera Nessun dorma di Giacomo Puccini:Dilegua, oh notte. All’alba vincerò!”. Accanto alla citazione dell’opera compare la scritta “Forza Italia, Forza Cina”. Tutti i residenti hanno apprezzato la solidarietà dimostrata dalla famiglia cinese, pubblicando le foto della busta ricevuta su Twitter e donando loro una bandiera dell’Italia.

Le mascherine attualmente sono estremamente difficili da reperire, sia dentro che fuori l’ambito ospedaliero. In particolare sono introvabili i modelli FFP2 e le FFP3, gli unici in grado di proteggere realmente dal contagio del virus. In un contesto duro come questo, fatto di paura, incertezza e distanza fisica gli uni dagli altri, un gesto del genere è in grado di riavvicinare i cuori di tutti, dando nuova linfa ai concetti di comunità e di inclusione che, soprattutto nelle grandi città, stanno andando perdendosi.

Leggi anche -> Coronavirus, la Cina ci mostra la sua vicinanza (anche) con un video: “Daje Italia!”

Leggi anche -> Coronavirus: la Cina lancia una raccolta fondi per aiutare l’Italia – VIDEO

Leggi anche -> Coronavirus, Nord Italia come la Cina: le immagini catturate dal satellite mostrano meno smog