Coronavirus, uomo positivo esce di casa e porta a spasso il cane (senza mascherina)

uomo a passeggio con caneEra positivo al coronavirus ma, in barba alla regola di rimanere in casa isolato, è uscito portando a spasso il cane e per giunta senza mascherino

Altro episodio di grave sottovalutazione dei rischi legati al contagio da coronavirus. Riguarda un uomo di 60 anni, romano, fermato dai carabinieri nel corso di uno dei consueti controlli in atto ormai da diversi giorni sull’intero territorio nazionale. L’uomo si trovava a spasso con il suo cane e non indossava alcuna mascherina: nel corso dell’accertamento è risultato essere positivo al coronavirus, ma come se niente fosse ed in completo relax stava facendo una passeggiata, violando la norma che obbliga chiunque risulti positivo al Covid-19 a non uscire assolutamente di casa e a rimanere isolato in una stanza, se l’abitazione è condivisa con altre persone.

L’uomo è stato immediatamente denunciato

L’episodio si è verificato intorno alle 20 del sabato nel comune di Lavinio, sul litorale a sud di Roma: il 60enne ha deliberatamente violato l’isolamento domiciliare al quale era sottoposto dal 14 marzo. L’uomo, autista di professione, è stato dunque denunciato per la violazione dell’articolo 650 del decreto emanato allo scopo di contenere il contagio, con l’aggravante di delitti colposi contro la salute pubblica. Nella sola giornata di sabato ben 11.068 persone sono state denunciate nell’ambito dei controlli avviati per l’emergenza coronavirus, come confermato dal Viminale, che ha diffuso i dati.