Ibuprofene e altri farmaci sconsigliati in chiave Coronavirus? Era una fake news: c’è la smentita dell’Ema

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:57

L’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) ha smentito l’esistenza correlazione tra l’assunzione di ibuprofene e FANS e peggioramento dei sintomi del Coronavirus: non ci sono prove scientifiche

La notizia, lo ricorderete, era rimbalzata sul web qualche giorno fa a partire da una dichiarazione fatta su Twitter dal Ministro della Sanità francese Olivier Véran. Tale dichiarazione, che vi riportiamo di seguito, riguardava una distinzione tra farmaci che è possibile assumere in caso di sintomi da Coronavirus e medicinali che invece bisogna evitare, in quanto responsabili di un potenziale aggravamento delle condizioni dei pazienti affetti da Covid-19:

Prendere anti-infiammatori (ibuprofène, cortisone…) potrebbe essere un fattore aggravante dell’infezione. In caso di febbre, prendete del paracetamolo. Se siete già sotto anti-infiammatori o in caso di dubbio, chiedete consiglio al vostro medico”.

Ebbene, ci corre l’obbligo di rettificare la notizia che proprio a partire dalle parole del Ministro francese abbiamo dato anche noi, nella convinzione che (vista l’autorevolezza della fonte) si trattasse di dati verificati. A quanto pare, invece, non ci sono delle prove scientifiche che vadano in supporto di questa tesi: lo ha detto l’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema), che ha dunque smentito queste dichiarazioni.

Arriva la smentita dell’Ema sugli effetti negativi dei FANS, la dichiarazione del Ministro francese non supportata da prove scientifiche

Esiste una correlazione tra l’assunzione di FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) e una maggiore predisposizione dell’organismo umano a essere attaccato dal Coronavirus? Allo stato attuale della ricerca scientifica non ci sono prove che permettano di sostenerlo, pertanto la risposta è no.

Lo dice l’Ema, l’Agenzia Europea dei Medicinali, in risposta a una notizia che qualche giorno fa è diventata virale dopo un avviso lanciato su Twitter dal Ministro della Sanità francese, il quale ha messo in guardia i cittadini relativamente all’assunzione di farmaci a base di ibuprofene e ketoprofene.

Arriva la smentita dell’Ema sugli effetti negativi dei FANS, la nota rilanciata dal Ministero della Sanità italiano e dall’Aifa

L’Ema ha emesso una nota attraverso la quale ha voluto fugare tutti i dubbi nati in proposito:

L’Ema è venuta a conoscenza di segnalazioni, in particolare dai social media, che sollevano dubbi sul fatto che l’assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l’ibuprofene, potrebbe peggiorare la malattia da coronavirus (COVID-19). Attualmente non vi sono prove scientifiche che stabiliscano una correlazione tra l’ibuprofene e il peggioramento del decorso della malattia da COVID-19. L’Ema sta monitorando attentamente la situazione e valuterà tutte le nuove informazioni che saranno disponibili su questo problema nel contesto della pandemia (…)“.

La nota è stata rilanciata anche dal Ministero della Sanità italiano e dell’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco). A questo link potrete prendere visione del comunicato, nella sua interezza.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!