Cina, uomo muore a causa dell’hantavirus: apprensione per il virus trasmesso dai topi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:42

Mentre la Cina si prepara al ritorno alla parziale normalità emerge dalla cronaca del Paese asiatico la morte di un uomo per contrazione di hantavirus.

In questi giorni drammatici in cui i numeri di contagi e decessi continuano a salire in Italia e cominciano a divenire preoccupanti anche nel resto d‘Europa (in Spagna principalmente), la Cina guarda con speranza al futuro. Oggi gli operatori sanitari stanno effettuando una pulizia straordinaria, compresa di sanificazione degli ambienti, in tutta la provincia di Hubei. A partire da domani, infatti, sarà concessa la ripresa dei trasporti in tutta la regione, eccezion fatta per Wuhan. La città simbolo di questa pandemia, infatti, rimarrà chiusa ancora fino al prossimo 8 aprile.

Leggi anche ->Coronavirus, in Cina si festeggia: a Wuhan la quarantena è finita. Da domani meno restrizioni

Insomma in Cina si può davvero cominciare a festeggiare la vittoria sulla letale pandemia che si sta diffondendo nel resto del mondo. Adesso si dovrà procedere ad una graduale ripresa per evitare che ci sia una seconda ondata proveniente dall’estero. Questa mattina, nella provincia di Shandong, però, ci sono stati attimi di apprensione quando un uomo è collassato all’interno di un autobus con 32 passeggeri a bordo. Le autorità sono intervenute per portarlo via dal sito e tutti quelli che erano a bordo sono stati sottoposti a controlli per verificare che non si trattasse di un caso di Coronavirus.

Leggi anche ->Coronavirus, chiudono i benzinai: “Prima autostrade, poi gli altri” – VIDEO

Niente coronavirus: l’uomo morto a Shandong aveva contratto l’Hantavirus

Secondo quanto riportato dal giornale locale ‘China’s Global Times‘, l’autopsia sul corpo dell’uomo ha evidenziato la contrazione dell’Hantavirus. Si tratta di un virus solitamente trasmesso tramite l’ingestione di feci e urina di topo. Svanisce dunque la paura per un nuovo focolaio di contagio di Covid-19 e non preoccupa nemmeno più di tanto la diffusione di questa malattia, visto che non può passare per via aerea da uomo a uomo.

Dopo la pubblicazione della notizia, infatti, sono stati in molti i cittadini che hanno manifestato la propria preoccupazione online. Il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie cinese li ha rassicurati, spiegando che la trasmissione può avvenire solamente se si è a contatto con topi e solo se i soggetti entrano in contatto con feci, urina e saliva dei roditori.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!