Coronavirus, 10 ragioni per non farsi prendere dal panico in questo difficile momento storico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:24

Il coronavirus sta ampliando il contagio in praticamente tutte le zone del mondo. Molti sono preoccupati di questa rapida evoluzione e si chiedono quando finirà il tutto. Il sito ‘The Conversation’ ha stilato 10 buoni motivi per non farsi prendere dal panico in questo periodo di emergenza sanitaria globale.

Coronavirus: sappiamo di cosa si tratta

Sappiamo che esso è un nuovo coronavirus del gruppo 2B, della stessa famiglia della SARS. La malattia è stata chiamata COVID-19. Si pensa che sia collegata al coronavirus dei pipistrelli. Le analisi genetiche hanno confermato che ha un’origine naturale recente e che il suo tasso di mutazione fortunatamente non dovrebbe essere troppo elevato.

Sappiamo come individuare il virus

Il test per individuare il virus è stato reso disponibile il 13 gennaio.

In Cina la situazione è andata man mano migliorando

La parabola sui nuovi contagi in Cina è andata via via scemando e oggi i nuovi contagi si contano sulle dita di una mano. Una buona ragione per essere ottimisti. Le misure restrittive messe in atto hanno dato i loro frutti.

Quattro persone su cinque non hanno sintomi gravi

La malattia non causa sintomi o è lieve in 4 casi su 5. Nel 14% dei casi si potrà avere la polmonite e nel 5% essa può diventare fatale. Il tasso di letalità è di sicuro inferiore a quello stimato fino a questo momento.

I malati guariscono

Le persone che hanno superato la malattia sono 13 volte di più di quelle che non ce l’hanno fatta. Questa proporzione sta aumentando nel corso del tempo.

I bambini sono stati colpiti marginalmente

Un dato positivo è quello relativo ai bambini. Solo il 3% delle persone colpite dalla malattia riguarda persone sotto i 20 anni.

Una buona igiene elimina il virus

Il virus può essere eliminato dalle superfici con una soluzione di etanolo (alcool al 62-71%), perossido di idrogeno (acqua ossigenata allo 0,5%) o ipoclorito di sodio (candeggina allo 0,1%) in un solo minuto. Per evitare il contagio è opportuno lavarsi accuratamente le mani.

Tutto il mondo scientifico sta combattendo questa battaglia

Quasi tutte le riviste scientifiche hanno reso gratuito l’accesso alle pubblicazioni sui coronavirus. Il mondo scientifico sta lavorando in modo coordinato fra loro per capirne ogni giorno qualcosa in più.

Fra qualche mese potrebbe esserci il vaccino

Ci sono più di 8 progetti in corso per la ricerca di un vaccino contro il nuovo coronavirus. Tutto il mondo scientifico sta lavorando in modo totale per cercare il vaccino. Ad esempio, il gruppo di ricerca sui vaccini dell’Università del Queensland, in Australia, ha annunciato di star già lavorando a un prototipo usando la ‘molecular clamp’.

I farmaci antivirali possono sconfiggere il virus

Ci sono già più di 80 trial clinici che analizzano le cure per il coronavirus. Uno dei farmaci antivirali che sono già stati testati sull’uomo è il Remdesivir. Esso è un farmaco antivirale ad ampio spettro che è ancora in fase di studio, che è stato testato sull’Ebola e sulla SARS/MERS.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!