Coronavirus, in Cina si festeggia: a Wuhan la quarantena è finita. Da domani meno restrizioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:12
Ph Getty Images

Tre mesi dopo lo scoppio dell’emergenza in Cina, Wuhan festeggia il superamento della pandemia da Coronavirus: nessun nuovo caso di contagio registrato

Da domani la Cina potrà tornare, lentamente, alla normalità. A tre mesi dall’inizio dell’emergenza non si registrano nuovi casi, interni, di Coronavirus. Proprio nelle prossime 24 ore il Governo di Pechino metterà fine alle restrizioni che hanno limitato i movimenti di ei cittadini nelle zone della regione di Hubei interessate dal contagio negli ultimi due mesi, con un’unica eccezione: quella di Wuhan. In quanto centro d’origine del focolaio la metropoli rimarrà, per dell’altro tempo, sotto “osservazione”.

Stop alla quarantena in Cina, restrizioni più dure per Wuhan fino al prossimo 8 aprile

Il Daily Star ci dice che da domani la Cina proverà a mettersi alle spalle l’incubo della quarantena vissuto per tre mesi nella regione di Hubei. Non si registrano nuovi contagi e questa è a la buona notizia che rimbalza in rete già da qualche giorno. Questo segnale positivo contro il Coronavirus ha spinto il Governo ad allentare la morsa dei controlli sulle persone e a decidere che da domani si potrà tornare gradualmente a uscire dalle proprie abitazioni. Potrà farlo chi sarà in grado di ottenere un’autorizzazione per i suoi spostamenti.

L’emergenza è terminata? Si spera di sì, ma ovviamente si vuole intervenire con la massima cautela. Per questo restrizioni più importanti sono rimaste attive per la metropoli Wuhan, che sarà ancora “chiusa” fino al prossimo 8 aprile 2020.

Stop alla quarantena in Cina, da oltre una settimana nessun caso di contagio (ma c’è chi contesta)

La quarantena cinese di Wuhan è iniziata lo scorso 23 gennaio 2020, anche se il virus probabilmente circolava già dal dicembre del 2019. Ora, nella regione di Hubei è più di una settimana che non vengono ufficialmente registrati nuovi casi di contagio. Certo, sui dati bisognerebbe fare uno studio approfondito e a sé stante. Anche perché il Daily Star riporta delle contestazioni che arrivano sia dai cittadini sia da degli analisti: pare che ci siano dei casi che però non sono stati segnalati.

Ad ogni modo, il Governo ha deciso di riaprire e di mettere fine all’isolamento. Tutto si svolgerà con i dovuti controlli e per gli spostamenti i cittadini utilizzeranno ancora il cosiddetto “Codice verde”. Parliamo di un software di monitoraggio sanitario che invia dei dati alla Polizia cinese, stabilendo se un individuo vada messo o no in quarantena. È possibile uscire per comprare beni essenziali, per necessarie cure mediche, per andare e tornare dal lavoro e per fare esercizio fisico (ma una sola volta al giorno).

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!