Coronavirus, testare l’Avigan contro il covid-19? La casa farmaceutica frena: “Sorpresi della possibilità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:42

Abbiamo scritto quest’oggi del fatto che il farmaco anti-influenzale giapponese Avigan sarà testato in Italia per studiarne l’efficacia contro il coronavirus covid-19.

Ma stamattina sono arrivate, a sorpresa, le dichiarazioni della casa farmaceutica produttrice del medicinale volte a sconsigliare la sperimentazione del farmaco: “Siamo molto sorpresi della possibilità che il nostro farmaco possa essere testato in Italia nella attuale pandemia da coronavirus“.

Le parole sono di Chiaki Hasegawa, capo delle pubbliche relazioni di  Fujifilm Toyama Chemical, casa farmaceutica che produce l’Avigan – che ha parlato con l’agenzia Dire.

La Hasegawa ha quindi aggiunto: “il fatto che strutture italiane possano considerare di avviare sperimentazioni estese o un possibile utilizzo ci preoccupa molto”.

Anche perché i test previsti “riguardano la versione cinese di questo farmaco e non ci sono ancora sufficienti sperimentazioni su pazienti non giapponesi”.

Il farmaco in questione aveva ottenuto una ribalta sul web dopo che un cittadino romano di stanza in terra nipponica ne aveva parlato in un video presto diventato virale.

Già ieri il il corporate senior director Fujifilm Italia, Mario Lavizzari, si era mostrato discretamente scettico sulla sperimentazione del farmaco in terra tricolore, secondo quanto riportato da Tgcom24: “Al momento non esistono prove scientifiche cliniche che dimostrino l’efficacia e la sicurezza di Avigan contro Covid-19 nei pazienti“.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!