Coronavirus, padre non può abbracciare la figlia e si inventa una scusa tenerissima

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:58

Un padre si è messo in auto-isolamento potrebbe essere positivo al Coronavirus. Per non fare preoccupare la figlia si è inventato una scusa tenerissima.

La storia del medico gallese Julian Bayliss è di quelle che toccano il cuore nel profondo. Il dottore ha scoperto che un suo collega è risultato positivo al Coronavirus mentre si trovava in Etiopia. Essendo stato in contatto con lui, l’uomo ha deciso che era meglio mettersi in auto-isolamento. La scelta era logica, visto che facendo diversamente avrebbe potuto contagiare uno dei suoi colleghi o uno dei suoi pazienti.

Leggi anche ->Coronavirus, ora agisce anche la Russia. Ecco le misure economiche annunciate da Putin

A differenza di altre persone, il medico ha deciso di isolarsi fuori dal proprio appartamento. Non perché in casa non ci fosse lo spazio per mantenere le distanze di sicurezza, ma per proteggere la figlia Poppy. La bimba, infatti, è ancora troppo piccola per capire il perché deve mantenere le distanze ed evitare di abbracciarlo e baciarlo. Così, per evitare che la piccola ci rimanesse male, Julian le ha detto che sarebbe partito per l’Africa.

Leggi anche ->Coronavirus, medico di Bergamo avvisò la Regione sull’emergenza. La risposta: “Non abbiamo tempo da perdere”

Coronavirus: le tenere videochiamate tra padre e figlia

In realtà il dottore gallese è andato a vivere in un camper a soli 300 metri di distanza dalla sua abitazione. La distanza dalla famiglia viene accorciata con un drone che l’uomo utilizza per controllare che tutto vada bene e per vedere i familiari. Ovviamente, almeno una volta al giorno, Julian fa una videochiamata a casa, mettendosi all’aperto per simulare la presenza in Africa (altrimenti la piccola Poppy potrebbe riconoscere il camper). Per i pasti giornalieri ci pensa la madre, la quale a pranzo e a cena porta al figlio qualcosa da mettere sotto i denti.

Intervistato dalla ‘BBC‘, il dottore ha spiegato: “La ragione per cui mi trovo qui è il Coronavirus, Covid-19. Potete vedere che pure la mia sistemazione è equipaggiata. Ho tutto quello che mi serve, ad eccezione della mia famiglia ovviamente”. Quindi spiega perché ha dovuto mentire alla figlia: “Non possiamo stare vicini, lei non può starmi vicino. Si mette sul muro che si trova oltre. Vuole vedere se ci sono ancora, una cosa adorabile. Non credo che realmente comprenda la situazione. Lei vorrebbe venire da me ed io ovviamente vorrei stare con lei, ma non possiamo. Sarebbe stato più stressante (l’isolamento in casa) e sconvolgente”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!