Coronavirus, un’altra vittima senza patologie pregresse: Anna Maria è morta a 53 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:37

morta senza patologie pregresseAveva solo 53 anni la più giovane vittima per coronavirus della provincia di Macerata. La donna non soffriva di alcuna patologia, come accertato dai medici

Non aveva alcuna patologia pregressa ma il coronavirus se l’è portata via. Non ce l’ha fatta Anna Maria Paccusse, morta troppo giovane a cause delle conseguenze dell’infezione da Covid-19. Residente a Treia, piccolo comune della provincia di Macerata, la donna aveva 53 anni e, come accertato dai medici, non soffriva di altre patologie o disturbi che potrebbero aver rappresentato una concausa del decesso. Ad oggi Anna Maria è la vittima più giovane nella provincia di Macerata da quando l’emergenza è cominciata in Italia; inoltre rientra nelle casistiche più rare, considerato il fatto che la maggior parte dei deceduti avevano almeno due o tre patologie.

Anna Maria è morta nell’ospedale di Civitanova

Si trovava all’ospedale di Civitanova Marche, ricoverata due settimane fa in seguito al repentino aggravarsi delle sue condizioni: risultata positiva al tampone per il coronavirus, aveva infatti presentato insufficienza respiratoria e per questo si era reso necessario il ricovero. In mattinata purtroppo Anna Maria è morta nel letto del nosocomio della città costiera: la donna originaria di Apiro ed era sposata con Damiano Rapaccini.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!