Scarlattina “killer”, paura in Inghilterra. Per alcuni può diventare “la nuova pandemia”

scarlattina pandemia Un nuovo ceppo mortale di batteri noti per causare la scarlattina potrebbe trasformarsi in una pandemia globale.

Non bastava, evidentemente, il coronavirus a preoccupare il mondo. Il nuovo ceppo è stato scoperto per la prima volta nel Regno Unito, come sottolineato da autorevoli scienziati.

Lo streptococco di gruppo A è noto per causare scarlattina, infezioni alla gola e – in casi molto rari – malattia invasiva, in cui il batterio entra nel flusso sanguigno o nei tessuti e può innescare sepsi e shock tossico.

Il Regno Unito ha visto un aumento del numero di casi di scarlattina in questo inverno, con almeno 10.433 casi riportati fino ad ora, rispetto ai 7.519 dello stesso periodo dell’anno scorso.

Il nuovo ceppo, chiamato M1UK, è comparso nel 2010

Il team di ricerca che ha comunicato la scoperta ha inoltre affermato che il nuovo ceppo, chiamato M1UK, sembra essere emerso in Inghilterra e Galles già nel 2010. Per gli esperti non è da escludere che si diffonda in tutto il mondo, come sottolinea anche il professor Mark Walker, del Centro di ricerca sulle malattie infettive australiane.

Nell’intervista rilasciata al Daily Star Online, il prof.Walker evidenzia la necessità che ogni Paese si doti di buoni centri di prevenzione, con un’eccellente igiene e un trattamento tempestivo dei pazienti. Tuttavia, almeno fino ad ora, non è stato lanciato alcun allarme dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.