Bonus 600 euro, è caos sul sito INPS. Nomi e dati di altre persone durante la procedura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:47

luciano vangone sito inps bonus 600 euroIl primo giorno di attivazione della procedura per richiedere il bonus da 600 euro sul sito INPS verrà ricordato soprattutto per il caos sul portale.

L’indennità inserita dal governo nel decreto #CuraItalia, destinata alle partite IVA, ha mandato letteralmente in tilt il sito dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. I tantissimi accessi hanno impedito a molte persone di inoltrare la domanda, ma pare non sia questa la problematica più assurda riscontrata dagli utenti.

Come emerso anche in molti post pubblicati sui vari canali social, a seconda delle pagine dove si clicca possono spuntare fuori nomi di persone totalmente sconosciute, comprensivi di dati come codice fiscale. A molti utenti è capitato il profilo di Luciano Vangone, ma sono molti i nomi di persone che improvvisamente compaiono durante la procedura (che poi, puntualmente, si blocca, come riportato da NextQuotidiano).

Salvini: “Il governo corregga subito o finisce male”

Stando a quanto affermato dagli stessi utenti, sarebbe sufficiente effettuare il login sul sito dell’INPS e cliccare sulle varie pagine per ritrovarsi con dati di altre persone tra le mani, compresa la posizione fiscale.

Sulla questione bonus è subito intervenuto Matteo Salvini: “Migliaia di voi ci stanno segnalando che il sito INPS è in tilt, che molti mutui stanno andando all’incasso, che per molti lavoratori autonomi non c’e’ nessun aiuto, che i commercialisti stanno impazzendo, che sulla Cassa Integrazione non ci sono certezze su modi e tempi – scrive sui social il numero uno della Lega – Avete ragione, l’ho appena fatto presente al governo ora in riunione a Palazzo Chigi, speriamo si muovano o finisce male”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!