Ragazza 22enne racconta i sintomi causati dal Coronavirus: “Non riuscivo a respirare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:01

Amy, studentessa di 22 anni, ha raccontato su Twitter i spaventosi sintomi che sono insorti dopo che ha contratto il Coronavirus.

Nessuno è al sicuro dal Coronavirus, questo è ciò che è emerso con evidenza dalle notizie di cronaca degli ultimi giorni. Anche i giovanissimi possono sviluppare sintomi gravi e finire in ospedale, anche loro possono morire a causa della contrazione del pericoloso virus. Lo dimostrano le storie di Julie, ragazza francese di appena 16 anni, di Victor, ragazzo portoghese di 14, e della bimba belga deceduta appena un giorno fa.

Leggi anche ->Coronavirus, 27enne morta pochi giorni dopo il parto: è la più giovane vittima del Covid-19

A queste tragiche morti si aggiungono le storie di moltissimi ragazzi che si trovano in gravi condizioni dopo aver contratto il Covid-19. Una di questi è Amy Shircel, 22enne del Wisconsin che per diverse settimane è stata in condizioni di salute gravi. A raccontare l’evoluzione della malattia è stata la stessa giovane attraverso il proprio profilo Twitter.

Leggi anche ->Coronavirus, calciatore muore a 21 anni: è la vittima più giovane in Europa

Amy racconta quali sintomi le ha provocato il Coronavirus

Amy racconta di non avere mai avuto malattie gravi, di non bere (se non occasionalmente ) alcol e di tenersi in forma con esercizio fisico giornaliero. Nonostante questo il Covid-19 l’ha ridotta in condizioni di salute preoccupanti. Sin da subito, nel suo caso è stato effettuato il test del tampone, poiché la ragazza era appena tornata dall’Europa. Adesso che le sue condizioni di salute sono migliorate, la giovane scrive su Twitter il decorso della malattia, per avvertire i suoi coetanei del rischio che corrono.

I primi giorni non aveva nulla di preoccupante: “Nei primi due giorni i sintomi erano gestibili. Avevo febbre, cosse lieve, brividi e mi colava il naso”. Già il terzo giorno la situazione era peggiorata: “Il giorno seguente non potevo fare nulla, vomitavo costantemente. Avevo il fiato corto, è spaventoso. Sentivo come se i polmoni stessero faticando e non potevo prendere un respiro pieno. Ero debole ed avevo la febbre a 40°”.

Dopo il sesto giorno il virus non le permetteva nemmeno di mangiare: “Non mi sono mai sentita così debole e affaticata in vita mia. Tremavo nel letto tutto il giorno, o mi svegliavo in un bagno del mio stesso sudore. Non ho potuto mangiare per 9 giorni”. Amy conclude il tweet con un invito a tutti a rispettare la Quarantena.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!