Mamma di 33 anni positiva al coronavirus: il bimbo nasce ma lei muore

positiva al covid-19Una 33enne ha perso la vita a causa del coronavirus: poche ore prima però i medici sono riusciti a far nascere il bimbo che portava in grembo

All’ottavo mese di gravidanza è stata contagiata dal coronavirus ed in pochi giorni il periodo più felice della sua vita ha assunto i contorni del dramma. È quanto accaduto ad una 33enne, Viviane Albuquerque, fisioterapista mamma di due gemelline di 5 anni ed in dolce attesa del terzo figlio. La donna viveva Recife in Brasile insieme al compagno Erik Silva e a breve avrebbe dovuto dare alla luce il bimbo ma, contagiata dal Covid-19, si è per lei reso necessario il ricovero all’ospedale Unimed dove le sue condizioni sono rapidamente peggiorate. La scoperta della positività al virus è avvenuta il 1 aprile ma 48 ore dopo i medici hanno deciso di trasferirla d’urgenza in terapia intensiva, in seguito al drastico peggioramento del quadro clinico.

La decisione dei dottori: far nascere il bimbo con taglio cesareo

Poche ore dopo i dottori hanno preso una decisione di fondamentale importanza: far nascere il bimbo con il taglio cesareo. Il piccolo è venuto al mondo mentre la madre non si è più risvegliata, morta poche ore dopo il parto. La notizia è stata riportata dal quotidiano locale Folha de Pernambuco: il neonato ha un peso di 2 chili e, secondo quanto indicato, ha subito un arresto cardiaco ma le sue condizioni sarebbero ora stabili. Nel frattempo il compagno della donna, straziato dal lutto, si trova in quarantena con le gemelline e ha raccontato: “Lo chiamerò Erik jr, come avevamo deciso. Non posso credere a quello che ci è successo. Viviane era una donna straordinaria, stavamo insieme da quattro anni e non si arrendeva mai. Si sarebbe dovuta laureare a metà anno in giurisprudenza. Non sappiamo come abbia potuto contrarre il virus”.