Conte contro Salvini e Meloni, Mentana: “Premier non può usare tv di Stato in questo modo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:31

mentana meloni salvini conte “Se l’avessimo saputo, non avremmo mandato in onda quella parte”. 

Enrico Mentana ha commentato così il forte attacco del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nei confronti di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Il premier, a reti unificate, ha criticato duramente quelle che ha definito “menzogne” da parte dei due esponenti della destra italiana sulla presunta firma sul MES.

Mentana non ha fatto mistero di non aver gradito l’approccio di Conte, non nel merito della critica politica, ma nel metodo. “Il potersi rivolgere a reti unificate a tutti i cittadini è prerogativa del presidente del consiglio e del capo dello stato, e sempre vi è stato fatto ricorso, come è giusto, solo in circostanze eccezionali. E lo è sicuramente l’emergenza attuale. Il premier ha ben illustrato la situazione e i provvedimenti che ci terranno ancora vincolati fino al 3 maggio”.

“Il premier aveva molti modi per replicare a Salvini e Meloni, non questo”

“Poi però, passando alla materia degli aiuti europei, si è lasciato andare a una dura polemica con i suoi avversari politici. E questo – lo penso, l’ho detto a caldo in sede di commento ieri e lo ribadisco oggi – non si può proprio fare – aggiunge Mentana – Non quando utilizzi un privilegio assoluto come è quello di parlare direttamente a decine di milioni di italiani, in un frangente drammatico, da una sede istituzionale, illustrando un decreto che riguarda la salute e la vita di tutti”.

Per Mentana, Conte poteva replicare in molti modi a Salvini e Meloni, tramite i vari mezzi di comunicazione. “Ma parlando al paese il premier Conte doveva conservare il profilo per il quale gli veniva consentito di usare quel canale privilegiato”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!