Muore a 101 anni l’uomo più anziano ad aver sconfitto il coronavirus: era stato dimesso due settimane fa

Aveva superato indenne l’influenza spagnola (era nato infatti nel 1919, in piena epidemia) ed è riuscito a sconfiggere il coronavirus ma due settimane dopo essere stato dimesso dall’Ospedale Infermi di Rimini è morto.

Colui il quale è stato il paziente più anziano in Italia (e tra i più anziani al mondo) a guarire dal covid-19 (ne abbiamo scritto anche noi, in un articolo del 26 marzo) se n’è andato, all’età di 101 anni.

L’uomo è morto giovedì scorso, come riportato dai quotidiani locali.

E proprio ai quotidiani locali, come riportato dal Messaggero, una nipote dell’uomo ha raccontato: “Non era da solo quando è successo ed è riuscito a salutare anche noi nipoti, facendo ‘ciao’ con la mano in videochiamata”.

Una morte serena, per un uomo che comunque ha regalato una speranza a tutti noi, dimostrando che anche ad età più che avanzata è possibile sconfiggere il coronavirus.

E ribadiamo quanto detto dal vicesindaco della cittadina romagnola al momento della notizia della dimissione dell’uomo dall’ospedale: “È nei tempi più cupi che certe storie assumono significati più ampi del semplice racconto dei fatti. Diventano simboli. Di commozione o di sprone ma comunque narrazioni in cui riconoscersi, che si depositano nella memoria collettiva”.