Coronavirus, Spagna: donna denunciata si denuda per protesta e sale sul tettuccio di una volante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:09
Ph Solarpix

Una donna spagnola è stata portata dinanzi ai giudici dopo essere stata denunciata per la violazione delle misure anti-Coronavirus. Per protesta, la donna si è spogliata ed è salita sul tetto di una volante

Costa del Sol (Spagna). Fioccano le denunce per i cittadini spagnoli che non rispettano le restrizioni imposte dalla pandemia e, così come in Italia, anche nel Paese iberico la Polizia ha il suo bel da fare. Tra le persone che sono state denunciate c’è una donna di 41 anni che non ha gradito di essere stata chiamata a comparire in tribunale.

A mo’ di protesta, e dopo essere comparsa davanti al giudice, la donna si è completamente denudata ed è salita sul tettuccio di una volante delle Forze dell’Ordine. I poliziotti sono stati costretti a intervenire per riportare l’ordine. La vicenda ci viene raccontata dal tabloid inglese Daily Star.

Donna denunciata si denuda per protesta, è successo in Costa del Sol: agenti costretti a intervenire

Tempo di denunce per i cittadini che non rispettano le regole imposte dai propri Governi, intenti a contrastare la diffusione del Coronavirus. Oggi fa notizia una sorta di singolare protesta messa in atto da una donna di 41 anni. La donna, di cui ovviamente non conosciamo le generalità, è stata denunciata dalla Polizia spagnola ed è stata trasferita in tribunale per apparire dinanzi al giudice. La sua colpa? Quella di aver violato, appunto, le restrizioni attualmente vigenti in Spagna.

È successo in Costa del Sol e, successivamente, la donna è stata rilasciata. Questo è il momento in cui si sono svolti i fatti che hanno sollecitato l’intervento degli agenti: la bionda 41enne, uscita dall’edificio, si è completamente spogliata ed è saltata sul tettuccio di una volante. Diversi agenti (sicuramente almeno 3) sono dovuti intervenire per calmarla e secondo quanto riportato dal Daily Star pare che la signora sia stata colpita con un manganello.

Donna denunciata si denuda per protesta, la situazione spagnola tra chiusura e riapertura

La situazione spagnola è seria e il numero delle vittime ha superato quota 17mila. Parliamo di uno dei Paesi più colpiti al mondo dai contagi, insieme all’Italia. Il Primo Ministro Pedro Sanchez ha avvertito sul blocco: non sarà revocato del tutto, anche se già le fabbriche sono pronte a ripartire con la produzione.

Voglio essere molto chiaro. Non stiamo entrando in una fase di declassamento. Lo stato di emergenza è ancora in vigore, così come il blocco. L’unica cosa che è finita è il periodo di letargo economico estremo durato due settimane”, ha detto Sanchez.

 Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!