Chernobyl, preoccupano gli incendi scoppiati nella Foresta Rossa: le fiamme minacciano l’ex impianto nucleare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:32

Una minaccia catastrofica incombe sull’Europa e riguarda ancora la centrale ucraina di Chernobyl, già tristemente nota. Degli incendi stanno devastando la foresta che la circonda

La Foresta Rossa, la foresta che circonda quel che rimane della centrale nucleare di Chernobyl, in questi giorni è stata devastata da degli incendi. Le fiamme, come riporta Il Post, avrebbero già raggiunto la cittadina di Pripyat e la cosiddetta area di alienazione dell’ex centrale. Una devastazione iniziata lo scorso 4 aprile 2020 che ha già mandato in fumo 35 ettari di verde. Pripyat, inoltre, si trova a due km soltanto dai depositi di materiale radioattivo che si trovano a Podlesny.

Brucia la foresta che circonda la centrale di Chernobyl, già bruciati 35 ettari di verde. Turismo in difficoltà

La Foresta Rossa brucia. Siamo in Ucraina, nell’area che insiste su quel che oggi rimane della centrale nucleare di Chernobyl, e dal 4 aprile scorso le fiamme stanno distruggendo un habitat che ha portato verde e animali selvatici nella zona occupata dallo stabilimento. Il rischio è quello di dover registrare un nuovo disastro naturale (già 7 giorni fa erano andati distrutti 35 ettari di foresta), a cui si aggiunge un pericolo che deriva dai materiali nucleari ancora presente nella zona e un danno economico legato al turismo.

Come ha spiegato alla BBC il tour operator Yaroslav Emelianenko, la zona viene visitata in sicurezza dai turisti e questo garantiva una rendita economica confortante per il centro di Pripyat. La curiosità era cresciuta soprattutto dopo la messa in onda, nel 2019, della miniserie televisivaChernobyl”. Ora il fuoco sta mettendo a rischio pure questo tipo di sviluppo turistico.

Brucia la foresta che circonda la centrale di Chernobyl, la denuncia di Greenpeace

Dopo l’incidente del 1986, si è reso necessario creare una struttura dove fosse possibile isolare le scorie nucleare mentre lo stabilimento veniva messo in sicurezza: questa struttura si trova a Podlesny, ma il centro è distante solo due km da Pripyat. Quest’ultima cittadina è già stata raggiunta dal fuoco, e inoltre si è dovuto evacuare il centro di Polesskoye.

Il vice ministro dell’Interno ucraino Anton Heraschschenko ha dichiarato che gli alberi che si trovano attorno ai reattori sono stati abbattuti per evitare che le fiamme possano raggiungerli. In molti, comunque, temono il rilascio di scorie nucleari.

Quello che si teme è che il Governo ucraino stia comunque minimizzando sulla gravità della situazione. Come riporta ancora Il Post, Greenpeace ha avvertito: gli incendi sono più estesi di quanto le autorità ucraine non abbiano dichiarato.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!