Conte non attacca Berlusconi: pronto l’appoggio del ex Cavaliere al Governo in caso di addio di Renzi?

COnte dichiarazioni

A quattro giorni di distanza dalle parole pronunciate da Giuseppe Conte durante la conferenza stampa, Palazzo Chigi emette un comunicato.

In un comunicato stampa, Palazzo Chigi cerca di svelenire il messaggio pronunciato dal presidente Giuseppe Conte durante la conferenza in cui ha tirato in ballo le opposizioni.

Da quanto si legge, l’internento si è svolto normalmente, illustrando i provvedimenti adottati e spiegando “i fatti più rilevanti” e rispondendo alle domande dei giornalisti “tanto sull’ emergenza coronavirus quanto sul Mes”.

Secondo Il Giornale sono in molti a chiedersi se la scelta del presidente del Consiglio di comunicare in questa maniera sia stata un “ennesimo scivolone comunicativo” oppure una reale volontà di puntare il dito contro due dei leader dell’ opposizione.

La domanda stessa presuppone che, sbagliando o meno, la mossa non sia stata ingenua e il premier abbia voluto consapevolmente colpire i leader di Lega e Fratelli d’Italia, tanto quanto ha tenuto fuori Silvio Berlusconi e Forza Italia.

Il motivo per tenere Berlusconi fuori dalla polemica

Secondo il Giornale infatti, pur potendo nominare Silvio Berlusconi, il premier lo ha deliberatamente lasciato fuori.

Probabilmente alla base della scelta c’è la minaccia di Renzi di ritirare il proprio appoggio al Governo: il leader di Forza Viva ha già, nemmeno velatamente, fatto riferimento al possibile strappo.  Questo non vuol dire che avrà il coraggio di passare all’azione, ma nell’eventualità, l’appoggio di Berlsconi sarebbe essenziale per la tenuta dell’esecutivo.

Forza Italia e Lega -ma probabilmente non FdI- sarebbero in prima linea in questa eventualità, tanto che si vocifera che Silvio Berlusconi sia, politicamente parlando, di ottimo umore.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, anche i cadaveri infettano? Il caso dell’anatomopatologo positivo

Potrebbe interessarti anche: Aiutata dai finanzieri a far ripartire l’auto, multata poco dopo dalla Polizia: dottoressa scrive alla Raggi