Coronavirus: alla fine del lockdown il prezzo dei biglietti aerei potrebbe raddoppiare

aereo Secondo gli esperti di settore, alla fine del lockdown dovuto al Coronavirus il costo dei biglietti aerei potrebbe raddoppiare per vari motivi.

Uno dei settori maggiormente colpiti dal lockdown è stato certamente quello dei trasporti aerei. In quasi tutte le nazioni è stato imposto il divieto di partenza ed atterraggio per evitare che passeggeri infetti potessero generare focolai d’infezione. Il risultato di questa chiusura è che ad inizio aprile è stato registrato un calo del traffico aereo del 80%, con la domanda di prenotazioni che è scesa addirittura al 90%. Attualmente sono stati cancellati circa 2 milioni di voli solo per quanto riguarda il territorio britannico. Un blocco che sarebbe costato alle compagnie aeree intorno ai 314 miliardi dall’inizio della pandemia.

Leggi anche ->Coronavirus, Ryanair cancella i voli per l’Italia: diversi cittadini italiani bloccati in Marocco

Secondo quanto riferito dagli esperti del settore al ‘Telegraph‘, quando il lockdown verrà finalmente revocato ci potrebbe essere un aumento spropositato delle tariffe aeree: “Al momento ci sono delle tariffe economiche che sono basate però su un aereo pieno. Il margine di profitto per ogni posto è intorno alle 5 sterline, dunque è ovvio che il prezzo salga per mantenerlo qualora siano a disposizione solo una parte dei posti”.

Leggi anche ->Coronavirus, donna viaggia dalla Lombardia alla Liguria: “Non posso stare senza tintarella”

Biglietti aerei raddoppiati alla fine del lockdown?

La previsione degli esperti si basa sul necessario rispetto del distanziamento sociale. E’ noto ormai che anche alla fine della fase acuta della pandemia, bisognerà adottare degli accorgimenti per riprendere le normali attività ma evitare l’insorgenza di nuovi focolai. Logico, dunque, attendersi che ci saranno delle limitazioni anche sul numero di passeggeri che può salire su un aereo.

A questo bisogna aggiungere la necessità delle compagnie a recuperare i guadagni perduti ed il fatto che almeno in un primo momento i trasporti riprenderanno sul territorio nazionale e solo successivamente a livello globale. Insomma è probabile che per molti mesi i prezzi delle tratte aeree saranno di molto superiori a quelli che venivano applicati prima dell’emergenza.