Neonato sopravvive miracolosamente, dopo essere nato con una ciste enorme al torace

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:38

Venuto al mondo con una ciste al torace delle dimensioni di un pallone, un neonato sopravvive miracolosamente all’intervento.

Una coppia di genitori newyorchesi può finalmente esultare, dopo che il loro piccolo Matteo ha superato alla grande un grosso ostacolo alla nascita. I due hanno saputo della gravidanza quando il padre, Franco, ha ottenuto un nuovo posto di lavoro. Sembrava che per lui e Christina tutto stesse andando per il meglio, ma la loro gioia è durata poco tempo. Alla prima ecografia, infatti, il ginecologo ha detto loro che il feto stava crescendo con una grossa malformazione.

Leggi anche ->Bimbo nasce senza occhi e viene abbandonato: per Natale il piccolo Sasha ha trovato una nuova famiglia

Il piccolo presentava una ciste all’altezza del torace che era delle dimensioni della sua testa. La madre inizialmente non aveva compreso la gravità della situazione ed ha risposto al medico: “Una ciste? Quanto può essere grave una ciste? Penso che possa essere rimossa dal bambino”. Il medico però gli ha detto chiaramente che la ciste era molto grande e che il piccolo aveva solamente il 9% di possibilità di sopravvivere. Inoltre, anche quando fosse sopravvissuto, le possibilità che sviluppasse un disturbo di tipo genetico erano alte.

Leggi anche ->Auto investe passeggino con neonato dentro. Il piccolo sta bene: “E’ un miracolo” – VIDEO

Neonato sopravvive miracolosamente ad una deformazione neonatale

I due genitori scelgono coraggiosamente di portare avanti la gravidanza. Christina si sottopone a test costanti per valutare le condizioni del bambino ed escludere che sviluppi delle malformazioni agli organi vitali. I test danno esito incoraggiante, ma nel corso della gravidanza la ciste continua a crescere insieme al corpo. Quando Matteo è nato aveva una ciste delle dimensioni del suo torace che si sviluppava a partire dall’ascella sinistra.

La cosa peggiore, però, è che la ciste si era infettata e metteva a rischio la vita del neonato. Così i medici hanno consigliato loro di effettuare un’operazione di rimozione e un periodo di chemioterapia. I genitori hanno accettato con grande paura, ma dopo 10 mesi possono finalmente esultare poiché il loro bambino ha finalmente superato tutte le problematiche che lo hanno accompagnato durante la prima fase della vita.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!