Telegram, la Fieg chiede all’Agcom la sospensione del social – VIDEO

La Federazione degli Editori di Giornali ha chiesto la sospensione di Telegram ad Agcom

Telegram potrebbe non essere più utilizzato in Italia. Il motivo? La Federazione degli Editori di Giornali ha chiesto la sospensione del social network ad Agcom.

La richiesta è stata avanzata poiché la chat sembra permettere l’illecita circolazione di giornali e riviste in formato digitale.

Nel comunicato la Fieg ha chiesto: “un provvedimento esemplare e urgente di sospensione di Telegram sulla base di un’analisi dell’incremento della diffusione illecita di testate giornalistiche sulla piattaforma che, durante la pandemia, ha raggiunto livelli intollerabili per uno Stato di diritto”.

Tra le altre cose, si legge poi: “La stima delle perdite subite dalle imprese editoriali è allarmante. In una ipotesi altamente conservativa, stimiamo 670 mila euro al giorno, circa 250 milioni di euro all’anno. Un dato di fronte al quale confido che l’Autorità di settore voglia intervenire con fermezza e tempestività”.

Telegram verrà davvero sospeso? Non ci resta che attendere nuovi dettagli per saperne di più.

Sara Fonte