Coronavirus, finge di essere infermiere durante i controlli: poi posta il video dell’inganno su Facebook

finge di essere un infermiereÈ stato denunciato un uomo, operaio, che durante un controllo dei carabinieri ha finto di essere un infermiere distrutto dopo il turno di lavoro. Era tutto falso

Ha tratto in inganno i carabinieri dicendo loro di essere un infermiere che stava rientrando a casa dopo un estenuante turno di lavoro. Ma in realtà era tutto falso: l’imbroglio però è costato davvero caro ad un cittadino, fermato ad un posto di blocco nel comune di Turbigo, in provincia di Milano. E tutto per colpa sua dal momento che, poco dopo aver ingannato, riuscendoci, gli agenti impegnati nei controlli per il rispetto delle misure restrittive contro il coronavirus, ha registrato un video che ha subito postato su Facebook, spiegando quello che era riuscito a fare. Sono così scattate le indagini e si è scoperto che l’uomo non era un infermiere, bensì un operaio residente in provincia di Varese. Che è riuscito a raggirare i carabinieri fingendosi distrutto in seguito ad un infinito turno di lavoro con i pazienti Covid-19 in veste di infermiere.

Il finto infermiere ha postato un video ironico su Facebook

Nel filmato lo si sente anche parlare rivelando quello che poco prima ha fatto: “Mi hanno appena fermato qui in piazza a Turbigo, posto di blocco dei carabinieri. Ho detto – ha spiegato – che avevo appena finito un turno di venti ore in ospedale. Mi hanno fatto il saluto militare e mi hanno detto ‘grazie per quello che fa’. E pensare che ho pure bevuto”. Il video si chiude con una risata sarcastica ma poco dopo averlo postato, mentre il video diventava virale, un cittadino ha inviato una segnalazione ai carabinieri. Non ci è voluto molto per rintracciare l’uomo, che fa il piastrellista e che era stato comunque identificato dalle forze dell’ordine durante il controllo, in seguito al quale era stato lasciato andare. Pertanto è stato denunciato ed ora rischia una pesante sanzione.