Scoperte tracce di coronavirus nell’acqua (non potabile) di Parigi, quali rischi?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:40

coronavirus rete idrica non potabileTracce di Covid-19 sono state individuate nella rete idrica non potabile utilizzata per lavare le strade di Parigi. Il comune è intervenuto per rassicurare la popolazione

Preoccupa l’ultima scoperta degli scienziati in merito al coronavirus. Tracce del virus che sta mettendo in ginocchio tutto il mondo sono infatti state individuate nell’acqua non potabile della città di Parigi. Come reso noto dal Comune infatti, nel corso di una serie di analisi sono state rilevate, nella rete idrica non potabile che viene utilizzata principalmente per il lavaggio delle strade, “tracce minime” di Covid-19 e non vi sarebbe “alcun rischio” per l’acqua potabile. La notizia ha però rapidamente fatto il giro del mondo dal momento che è la prima volta che si riscontrano tracce del coronavirus nell’acqua: la scoperta è stata fatta dagli esperti del laboratorio che opera per la rete idrica comunale. La presenza di minime tracce del virus è stata accertata “nelle ultime 24 ore” su 4 dei 27 punti che sono stati testati.

Parigi dispone la sospensione dell’utilizzo della rete idrica non potabile

Nel quadro del “principio di precauzione” il comune è dovuto intervenire con un’ordinanza per l’immediata sospensione dell’utilizzo della rete idrica non potabile. Lavare le strade con acqua potenzialmente contaminata rischierebbe infatti di generare l’effetto contrario, anche se non è al momento certo che il virus possa trasmettersi in questo modo. In ogni caso dal comune hanno spiegato che l’acqua potabile dipende da un’altra rete idrica che è “totalmente indipendente” e dunque non è in alcun modo collegata a quella della rete idrica non potabile; non vi è alcuna traccia di virus Covid-19 e pertanto è possibile consumarla “senza alcun rischio”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!