Coronavirus, in tre sul tetto di un edificio: sorpresi durante un blitz in notturna della Polizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:26

Anche la Polizia del Queensland (Australia) lavora di notte per fare rispettare i divieti imposti per il contenimento del Coronavirus. Così è capitato di sorprendere dei trasgressori che pensavano di essere protetti dalle tenebre

La Polizia del Queensland (Australia) ha sorpreso dei trasgressori che avevano aspettato il calar delle tenebre per incontrarsi, contravvenendo ai divieti attualmente in vigore causa pandemia. Lo sappiamo grazie a un video condiviso dagli stessi agenti di Polizia e in cui viene mostrata parte di un’operazione che ha portato ha scoprire tre persone sul tetto di un’abitazione. I tre, a quanto pare, si erano incontrati per condividere un drink. L’accusa che è stata mossa nei loro confronti è di sconfinamento.

Trasgressori notturni sorpresi in Australia, la Polizia entra in azione con gli elicotteri

Sabato scorso, a Palm Beach (sobborgo marino di Sidney), i poliziotti hanno fermato tre ragazzi di 19, 20 e 21 anni. I tre si erano furtivamente incontrati, di notte, sulla terrazza di un’abitazione per bere qualcosa insieme. Le regole e i divieti sull’assembramento di persone vigenti anche nel Qeensland hanno fatto sì che gli agenti fossero costretti a intervenire.

I giovani sono stati individuati dalle telecamere per la visione notturna di cui sono muniti gli elicotteri in dotazione alle Forze dell’Ordine australiane. Nel video che la Polizia ha diffuso online si sente un agente dire che l’edificio era circondato e poi dare un ordine chiaro ai giovani: quello di scendere al piano terra dello stabile. I tre hanno eseguito gli ordini e sono stati accolti da due poliziotti che li aspettavano in strada.

Trasgressori notturni sorpresi in Australia, due di loro accusati di possesso di droga

Secondo quando riportato dal Sidney Morning Herald, il gruppetto è stato accusato di sconfinamento. Vietare lo sconfinamento è una delle misure prese in Queensland per tentare di arginare i contagi da Covid-19, anche se si sta cercando di ripartire. Adesso i trasgressori dovranno pagare una multa pari a 678 sterline.

Oltre a questa accusa, i due ragazzi di 19 e 20 anni sono stati accusati anche di possesso di droga (Il Daily Star– che ha riportato la notizia- non spiega quali siano state le circostanze che abbiano portato a quest’accusa. Possibile che si tratti di un fatto precedente rispetto allo sconfinamento). Il prossimo 27 luglio era prevista la loro audizione dinanzi alla Corte dei Magistrati di Coolangatta.

Il sovrintendente capo del Distretto della Gold Coast, Mark Wheeler, ha condannato fermamente la condotta tenuta da questi giovani:

Questo è un esempio da manuale di una violazione in cui c’è stato un totale e palese disprezzo non solo per la legge ma anche per le indicazioni date dai vertici sanitari“.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!