Dramma nel mondo del calcio: Samokhvalov muore a soli 22 anni durante un allenamento casalingo

Si stava allenando, da solo a casa a causa del Coronavirus, quando ha avuto un malore.

Il malore gli è stato fatale e così Innokentiy Samokhvalov, 22 anni, difensore della Lokomotiv Mosca, è morto nella giornata di ieri.

Una vicenda drammatica che lascia attoniti e sconvolge il mondo del calcio russo.

Ad annunciare la morte del calciatore lo stesso club della capitale russa, attraverso un tweet:

Innokentiy – che lascia la moglie ed un figlio – giocava nel Kazanka, seconda squadra del club moscovita (militante in terza divisione): giunto nel club nel 2015, non aveva ancora esordito in prima squadra.

Questo il commento del suo allenatore, Alexander Grishin, riportato dall’agenzia di stampa russa RIA Novos: “E’ terribile. I dottori ci hanno detto che è morto a causa di un arresto cardiaco. Se i dottori lo hanno autorizzato ad allenarsi dobbiamo immaginare non avesse alcun problema pregresso”.