Rick DuFer contro “Il Superuovo”: la pagina ha copincollato un capitolo del suo libro. Ecco cos’è accaduto

Il web si è infiammato per la polemica nata tra Rick Dufer, filosofo direttore di due riviste di filosofia contemporanea, e la pagina “Il Superuovo”. Ecco cos’è accaduto

Qualche giorno fa, Rick DuFer– scrittore, filosofo ed esperto di comunicazione e divulgazione- è entrato in polemica con la pagina “Il Superuovo”. La pagina si occupa anch’essa di filosofia, ma lo fa producendo meme ironici e satirici sull’argomento. Meme che ultimamente, come ci dice La Ragnatela News, sono anche criticati perché poco originali e perché a volte non viene citato l’autore.

Due punti di vista differenti sulla medesima disciplina, dunque, che sono entrati in collisione quando DuFer- informato da un suo follower- ha scoperto che la pagina aveva copincollato un intero capitolo del suo libro intitolato “Spinoza e popcorn”.

Rick DuFer contro “Il Superuovo”: la questione del capitolo copiato da “Spinoza e popcorn”

Dopo la polemica sorta con “Il Superuovo” per quanto accaduto, Rick DuFer ha voluto creare un video– caricato sulla sua pagina YouTube– per spiegare meglio la situazione, rispondere ad alcune domande e spiegare le motivazioni che stanno dietro a determinate scelte. Tutto nasce da un video precedente, pubblicato lo scorso 20 aprile, in cui il filosofo spiega come “Il Superuovo” abbia letteralmente copiato un capitolo del suo libro intitolato “Spinoza e popcorn”, edito da DeAgostini, su un proprio articolo. Vediamo cos’è successo, e soprattutto come DuFer è venuto a conoscenza di quanto accaduto.

Dice DuFer in uno stralcio del primo video pubblicato sulla vicenda:

“(…) Ieri è successa una cosa strana. Un mio caro follower di Instagram- ciao Peppe, grazie per avermelo segnalato- mi scrive e mi fa “Rick, c’è una cosa strana. Sai che oggi, sul sito del Superuovo, qualcuno ha pubblicato copincollando di sana pianta il tuo capitolo su Heisenberg, Breaking bed , Kant  e il demogolgone scritto in “Spinoza e popcorn”?” e io ho detto “No  Peppe, è impossibile. Impossibile. Perché i ragazzi del Superuovo, che sono giovani, sono corretti, sono pieni di energie e idee, sanno il valore del lavoro, e non farebbero mai una cosa del genere. Non mancherebbero mai di rispetto a me, alla filosofia o a loro stessi con un gesto così meschino, quindi credo che non sia vero”. Per Peppe ha insistito (bravo Peppe!) e mi ha mandato il link dell’articolo, il quale si intitola “Breaking Bad e Stranger Things. La morale kantiana insegnata da Heisenberg e Demogorgone”, che somiglia pericolosamente al titolo del mio capitolo (…)“.

DuFer ha successivamente spiegato come sia stato poi spinto a indagare da altre segnalazioni dello stesso tenore che gli sono giunte. Il filosofo, inizialmente convinto che la strana somiglianza del titolo fosse solo frutto di una coincidenza, ha scoperto come interi paragrafi del suo capitolo fossero stati copiati, cambiando determinati termini con sinonimi. Insomma, un comportamento che può avere conseguenze legali serie e che ha molto irritato la CE che ha pubblicato il suo libro.

Rick DuFer contro “Il Superuovo”, la risposta della pagina e il dissenso social

La risposta de “Il Superuovo” non si è fatta attendere ma gli internauti hanno avvertito nel commento postato dalla pagina sotto al video un tono arrogante e sprezzante che ha condotto a quella che in termini social, si può definire come una shitstorm.

Cosa significa? Che la pagina è stata inondata da commenti negativi, poi rimossi così come l’articolo che conteneva le parti del libro di DuFer.

Maria Mento