Coronavirus, fase 2: possibile incontrare parenti e amici o uscire dal comune. Le novità allo studio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:08

Giuseppe Conte dpcm allo studioCambia tutto dal 4 maggio: dal lockdown si passa alla Fase 2 con una progressiva ripartenza del Paese. Ma con molte restrizioni e controlli

Dai termoscanner obbligatori sia in tutte le stazioni che negli aeroporti del paese all’obbligo della mascherina e del distanziamento sociale non solo sui mezzi pubblici ma su tutti i mezzi di trasporto collettivo come navi, treni, aerei, bus e metropolitana. Sono molte le novità che verranno introdotte contestualmente all’avvio della Fase 2, quella della lenta ma si spera progressiva ripartenza del Paese ancora imbrigliato nella morsa del coronavirus ma che, dopo la fine del lockdown, cercherà di conviverci limitando al minimo ogni rischio. Si tratta al momento solo di ipotesi in quanto il decreto non è stato ancora presentato ed è atteso nelle prossime ore: ma di indiscrezioni ne sono trapelate molte, conseguenza del costante confronto tra il Governo ed il team di tecnici ed esperti del comitato tecnico scientifico, per trovare la strategia ottimale che garantisca la sicurezza di ogni singolo cittadino. Ma non vi saranno solo restrizioni, bensì anche buone notizie: gli italiani torneranno cioè finalmente ad incontrarsi, dopo due mesi di reclusione forzata in casa, per scambiare due chiacchiere o bere un aperitivo insieme. Sarà dunque possibile, ma solo il decreto lo confermerà, incontrare i parenti e gli amici che fino ad oggi abbiamo potuto vedere solo attraverso lo schermo di un tablet o di uno smartphone. E li si potrà anche andare a trovare a casa anche in mancanza di un’urgenza. Ma con il divieto di organizzare feste o cene affollate. Tra le altre ipotesi allo studio, quella di consentire gli spostamenti anche al di fuori del proprio comune e all’interno delle singole regioni, seppur con i limiti alla mobilità intra-regionale. Si tratta al momento di un orientameto ancora non tradotto in legge ma potrebbe essere presente tra le linee guida del prossimo dpcm per la ripartenza.

Il piano allo studio del Governo: cosa troveremo nel nuovo dpcm?

Nei fatti si “prevede una ripartenza sempre all’insegna della massima cautela, nella consapevolezza che si dovrà sempre tenere sotto controllo la curva epidemiologica e non farsi trovare impreparati in caso di una possibile risalita. Il piano prevede un allentamento delle misure restrittive, ma non uno stravolgimento. Sarà fondamentale, in questa fase, rafforzare il protocollo di sicurezza sui luoghi di lavoro già approvato nel marzo scorso e completare queste prescrizioni anche con riferimento alle attività del trasporto e della logistica”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!