Coronavirus, over 60 a casa anche in Fase 2? Cacciari sbotta: “Basta caz***e”. E sul Governo? “Ma quale crisi!”

Ospite di Otto e mezzo, il noto filosofo Massimo Cacciari ha espresso tutto il proprio disappunto per l’ipotesi dell’esonero del lavoro degli over 60 – come proposto dal comitato tecnico scientifico che dovrebbe gestire l’emergenza: “Questa non è neanche un’idea è una stupidaggine mega galattica. Basta caz***e, altro che incostituzionale, non si può tenere agli arresti domiciliari una persona a prescindere”, sono le parole del filosofo 75enne in diretta a La7.

Ad onor del vero l’ipotesi – citata dalla Gruber – pare destinata a rimanere tale giacché la popolazione non pare averla presa bene (proprio come Cacciari) e gli over 60 in terra tricolore sono un gran numero (e rappresentano frattanto la classe dirigente).

La Gruber ha quindi chiesto all’ex sindaco di Venezia (ed ex deputato comunista) cosa ne pensa della possibilità che Silvio Berlusconi si presti come stampella del governo Conte, dopo le sue dichiarazioni in favore del Mes (visto invece come fumo negli occhi da Salvini e Meloni).

Ma secondo Cacciari l’ipotesi è remota e comunque una crisi del Governo rappresenterebbe un problema per la tenuta del Paese:  “Berlusconi e Salvini possono dire quello che vogliono il problema è solo del governo. Se va in crisi si sfascia tutto, i dati lo dicono chiaramente, e magari ci ritroviamo a settembre-ottobre con le elezioni”.

Tutto dipende dal Governo, quindi. Un Governo che dovrà operare al meglio per evitare il ritorno delle destre: “Prima di tutto deve dire con chiarezza cos’è la fase 2, quali sono i tempi e le modalità. Poi deve prevedere i vari scenari, essere preciso quanto più possibile e soprattutto dare liquidità alle imprese. Se il governo lavora bene, Salvini non può dire niente. In caso contrario, succederebbe un casino inenarrabile e tornerebbe Salvini, chissà in quali forme”.